La ricetta dei Torcetti

06:14

I Torcetti (anticamente tocchetti per il fatto di essere attorcigliati) sono un prodotto da forno croccante e friabile tipico del Piemonte composti principalmente da burro, zucchero e farina. Sono perfetti per la colazione e per la merenda da accompagnare ad una buona tazza di thè caldo e una volta fatti si conservano tranquillamente per alcuni giorni se li teniamo all'interno di un contenitore ben chiuso, riposto in un luogo fresco e asciutto.


Ricetta tratta dal blog Slelly di Paola Uberti.

Ingredienti per circa 15 torcetti:
166 g di farina 00
95 ml di acqua minerale naturale tiepida
66 g di burro di montagna di altissima qualità
8,5 g di lievito di birra fresco
1 cucchiaio di zucchero semolato
1 pizzico di sale fino
Per la realizzazione:
abbondante zucchero semolato

Preparazione:
Tagliare il burro a cubetti di circa 1 cm di lato e lasciarlo a temperatura ambiente fino al momento dell’utilizzo in modo che si ammorbidisca molto. È fondamentale scegliere un burro di altissima qualità poiché farà la differenza in termini di consistenza e sapore.
Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida.
Sulla spianatoia con il classico metodo della fontana con il cratere centrale o in planetaria con il gancio, unire la miscela di lievito e acqua alla farina setacciata. 
Impastare fino a quando la farina ha assorbito tutto il liquido, poi unire il sale e impastare per 5 minuti. La pasta deve essere liscia e morbida ma non appiccicosa (la quantità di acqua può variare in base al grado di assorbimento della farina). 
Formare una palla e appoggiarla in una ciotola infarinata.
Coprire, trasferire nel forno spento con la luce accesa e lasciare lievitare per 1 ora (se la temperatura dell’ambiente è particolarmente bassa, riscaldare leggermente il forno affinché all’interno si crei un ambiente tiepido che favorisca la lievitazione (circa 25°C).
Trascorsa un’ora, riprendere l’impasto e, anche in questo caso a mano o in planetaria, unire il burro, rigorosamente un pezzetto alla volta, aggiungendo il successivo solo quando il primo è perfettamente amalgamato all’impasto. Terminata questa operazione la pasta deve essere morbida e lucida con tendenza ad attaccarsi alle dita.
Formare nuovamente una palla da sistemare nella ciotola, coprire e lasciare lievitare per un’altra ora, con le stesse accortezze adottate in occasione della prima lievitazione per ciò che concerne la temperatura.
Terminata la seconda lievitazione riscaldare il forno a 220°C in modalità statica.
Se la temperatura dell’ambiente è troppo elevata, trasferire l’impasto per mezz’ora in frigorifero affinché il burro, che potrebbe tendere a liquefarsi a causa del calore, non rovini la pasta, altrimenti iniziare subito con la creazione dei torcetti.
Rivestire il fondo di una teglia con carta da forno.
Cospargere abbondante zucchero semolato su una parte della spianatoia.
Prelevare piccole porzioni di impasto (circa 20 grammi), passarle nello zucchero per poi trasferire la pasta nella parte pulita della spianatoia e formare un cilindro del diametro di 1 cm, lungo 17 cm circa.
Passare il cilindro nello zucchero e sovrapporre le estremità dello stesso, conferendo al torcetto la caratteristica forma a goccia. Proseguire allo stesso modo con il resto della pasta.
Disporre i torcetti nella teglia distanziandoli perché in cottura aumenteranno di volume.
Cuocerli in forno a 220°C per 10 – 12 minuti
I torcetti devono colorirsi in superficie mentre nella parte inferiore lo zucchero deve caramellare senza bruciare.
Una volta cotti, estrarli dal forno e sistemarli su una griglia per dolci per farli raffreddare.



Francesca Maria
♥♥♥
SalvaSalva

You Might Also Like

10 commenti

  1. Ottimi da sgranocchiare a tutte le ore!

    RispondiElimina
  2. Adoro questi biscotti così rustici..non sai che darei x averne un paio da sgranocchiare :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li adoro la sera sul divano con una tazza di latte caldo gnam gnam

      Elimina
  3. Awww... questi sono i miei preferiti! È da un po' che volevo farli in casa ma ho paura che non superino di gusto quelli comprati.. I tuoi dal aspetto sembrano uguali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh magari le prime volte bisogna farci la mano.. ma poi son sicura che non ne farai più a meno ^^

      Elimina
    2. Proverò assolutamente! Grazie a te e Paola per la meravigliosa ricetta!

      Elimina
  4. WoW chissà che bontà!!! Mi salvo la tua ricetta, grazie!!!🙏🏻🤗

    RispondiElimina

Grazie per essere passato di qui.