Follow

TREND

lunedì 20 maggio 2019

Torta di mele light senza burro e senza uova

La torta di mele light senza burro e senza uova è una variante della classica torta di mele. Questa versione, come chiaramente si intuisce dal titolo, non prevede l'uso di burro e di uova, ma nemmeno di farina raffinata e di zucchero semolato bianco.
Una perfetta torta di mele light, adatta ai grandi e ai bambini, ma soprattutto a coloro che per particolari esigenze devono avere più attenzioni riguardo ai dolci.

Torta di mele light senza burro e senza uova



Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 20 minuti.
Tempo di cottura: 40-45 minuti.

Ingredienti:

  • 3 mele intere
  • 1 limone biologico
  • 1 bicchiere di latte di soia
  • 4 cucchiai di olio di semi
  • 150 g di farina integrale (per me la primitiva integrale di Molino Pasini)
  • 50 g di farina di riso
  • ½ bustina di cremor tartaro
  • 5 cucchiai di zucchero di canna integrale
  • ½ cucchiaino di cannella in polvere
  • 3 cucchiai di pinoli

Procedimento per la torta di mele light senza burro e senza uova:

Pelate le 3 mele, tagliatele a cubetti, bagnatele con il succo del limone per evitare che anneriscano e mettetele in frigo. Poi accendete il forno statico a 180°C.

Step per la torta di mele light senza burro e senza uova

In un contenitore capiente versate il latte e i 4 cucchiai di olio di semi e mescolateli con le fruste elettriche.

Step per la torta di mele light senza burro e senza uova

In una seconda ciotola unite tutti gli ingredienti secchi: la farina integrale, la farina di riso, ½ bustina di cremor tartaro, lo zucchero di canna integrale, ½ cucchiaino di cannella e i pinoli.

Step per la torta di mele light senza burro e senza uova

Step per la torta di mele light senza burro e senza uova

Mescolate gli ingredienti con un cucchiaio di legno e poi uniteli agli ingredienti liquidi.

Step per la torta di mele light senza burro e senza uova

A questo punto, lavorate con le fruste a bassa velocità tutti gli ingredienti per ottenere un composto omogeneo e denso, dopodiché aggiungete nell'impasto i cubetti delle mele, tenendone circa 1/3 da parte.

Step per la torta di mele light senza burro e senza uova

Versate il composto ottenuto nella tortiera diametro 22 cm con fondo zigrinato leggermente imburrato e infarinato, livellate e poi aggiungete i cubetti di mela rimasti. Terminate aggiungendo una spolverata di zucchero di canna in superficie.

Step per la torta di mele light senza burro e senza uova

Mettete la torta di mele light senza burro e senza uova nel forno ormai caldo e fatela cuocere per circa 40-45 minuti a 180°C.
Questo dolce si conserva per 2-3 giorni sotto una campana di vetro a temperatura ambiente.

Torta di mele light senza burro e senza uova

Varianti e suggerimenti per la torta di mele light senza burro e senza uova

  • Al posto di aggiungere i pinoli nell'impasto, puoi utilizzare le mandorle, le noci, i pistacchi.
  • Il classico lievito in polvere per dolci può essere sostituito al cremor tartaro.
  • Puoi anche mettere in congelatore la torta di mele light senza burro e senza uova, ma non conservarla più di un paio di mesi.
Torta di mele light senza burro e senza uova

Torta di mele light senza burro e senza uova

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

giovedì 16 maggio 2019

Come aprire un blog di cucina di successo


Sei un’appassionata di cucina e ricette talmente brava che amiche, colleghe e parenti ti stanno convincendo ad aprire un blog di cucina?

Come aprire un blog di cucina di successo

Ebbene, è giusto che tu sappia sin dall’inizio che non esistono trucchi o segreti magici per aprire un blog di cucina di successo. Ma esistono degli “ingredienti” che fanno certamente la differenza e che piacciono parecchio alla gente comune che abita il web: la passione, la tenacia, l’autenticità e l’amore per la cucina che ogni brava food blogger sa trasmettere.
Che poi tra l’altro sono gli stessi elementi che sono in grado di spingerti a fare sempre di più, soprattutto in quei momenti in cui vorresti mollare la presa.
Perché funziona così. Parti pensando che sia una passeggiata, che non serve dedicare al blog chissà quanto tempo. Ma strada facendo ti rendi conto che ci sono molte cose a cui devi pensare.
E non tutte così banali.

Un blog di cucina di successo: le qualità che contano

Aprire un blog di cucina sì, è relativamente semplice. Ma la questione si complica quando si tratta di aprire un blog di cucina di successo, perché non è così facile come può apparire, soprattutto ora che il mercato dei blog è saturo.
Dietro ad un blog di cucina c’è un grande lavoro che pochi riescono a fare.
E’ estremamente difficile emergere dato che ci sono centinaia di blog che lavorano sull’argomento food blogging.

Per emergere devi saper sviluppare un tuo stile, essere unica, interessante e utile. Devi lavorare, studiare, informarti di continuo. Devi anche investire, non solo in tempo, ma anche in denaro. Devi saper raccontare il mondo del cibo a modo tuo, tramite una ricetta, un evento, un workshop, una diretta o un’esperienza culinaria. E tutto questo lo devi saper fare differenziandoti, pianificando ogni aspetto con costanza e impegno.

food styling

Gli step fondamentali per aprire un blog di cucina

La cosa bella che salva molte aspiranti food blogger è che non è indispensabile essere degli esperti di programmazione o di chissà quale software (però possedere delle buone conoscenze nel settore informatico è sicuramente un vantaggio). Sul web si trovano molte possibilità che permettono di creare un blog, ma il mio consiglio è di partire sfruttando sin dall’inizio una piattaforma più professionale, piuttosto di un blog gratuito. Accertati che sia responsive, ovvero correttamente visualizzabile su ogni dispositivo mobile come tablet e smartphone.
Se il tuo obiettivo è avere un blog di cucina di successo che ti fa ottenere un profitto, non conviene partire da un blog a costo zero, perché le funzionalità sono limitate e questo danneggia pesantemente la tua attività di food blogging.
A livello pratico, per aprire un blog di cucina ti servono sostanzialmente 3 elementi: un dominio, cioè il nome del tuo blog; l’hosting, che equivale allo spazio sul server che ospita i contenuti e uno strumento che ti permetta di portare online la tua passione.
Poi devi individuare il template/tema che più ti piace tra quelli a tema food e iniziare a pubblicare i tuoi contenuti.

Scegliere il nome del blog di cucina

La scelta del nome del blog di cucina è uno step importante, perché rappresenta l’identità di questo tuo spazio virtuale. È il primo dato che gli utenti ricordano del tuo blog, perciò punta su un naming che sia facile da ricordare e che sia ovviamente legato al mondo del food.
Sintetico, catchy e facile da scrivere.
Nel mio caso, come puoi notare, ho usato il mio nome e cognome. Si tratta di una soluzione che adottano soprattutto i freelance e i professionisti del web per spingere il proprio business.

Suggerimenti per creare un blog di cucina di successo

Oltre a sapere le basi della cucina e possibilmente saper cucinare, per fare le cose per bene e creare un blog di cucina di successo, la ricetta ideale è fatta mixando assieme svariati elementi che ti elencherò di seguito:

  • Un dettaglio da non sottovalutare sono le immagini e le fotografie, le quali, quando si possiede un blog, hanno lo stesso potere dei contenuti. Quindi ti consiglio di curare molto la food photography, il food styling e i video delle ricette che proponi per ottenere un bacino potenziale di visitatori pressoché illimitato. E’ sottinteso che dovrai dotarti di una buona macchina fotografica e imparare ad usare qualche programma di editing di foto che permettono di migliorare l’aspetto degli scatti. 
canon
  • Impara a scrivere articoli ottimizzati in chiave SEO e ad impostare le parole chiave fondamentali, per posizionare il blog e le ricette nelle prime pagine di ricerca, soprattutto di Google visto che domina il mercato delle ricerche online.
Come aprire un blog di cucina di successo
  • Utilizza un linguaggio semplice, fresco e di facile comprensione anche ai più inesperti, soprattutto quando devi spiegare delle tecniche particolari o dei passaggi particolarmente complicati.
  • Cerca di produrre più articoli a settimana elaborando un calendario editoriale che ti consente di organizzare il lavoro. Sì, per un blog di successo serve essere costanti e ci vuole dedizione e sacrificio.
  • Condividi i tuoi articoli sui tuoi canali social (privilegiando i canali visivi) per costruire la tua community e mantenere accesa la discussione online; rispondi sempre ai commenti sui tuoi articoli/post per creare un contatto diretto con i tuoi lettori, ma dedica anche del tempo per commentare altri blog.
prendere spunti per creare un blog di cucina di successo
  • Non copiare spudoratamente da altri, ma piuttosto prendi degli spunti dai big e rielabora, in maniera tale da sviluppare il tuo stile e la tua identità nel tempo. E’ importante essere sempre se stessi, senza finzioni!
  • Per avere successo, dedicati ad una nicchia specifica all’interno del vasto mondo della cucina e focalizzati su qualcosa di specifico (ricette vegetariane, dolci light, cucina per bambini etc...).
Come aprire un blog di cucina di successo
  • E infine fregatene di essere perfetta, sporcati le mani, impasta a non finire, sperimenta e proponi senza paure.

“La perfezione non esiste – puoi sempre fare meglio e puoi sempre crescere.”
(Les Brown)

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

martedì 14 maggio 2019

Ricetta della torta al limone

La torta al limone è un dolce fresco e leggero che profuma di limone in maniera unica. Adatta a colazione, per merenda o anche come dessert a fine cena, si prepara davvero in pochissimo tempo.



Ah, dimenticavo! Se volete servire la torta al limone come dessert per una cena tra amici, servitela con una pallina di gelato alla vaniglia o allo yogurt.

E ora passiamo alla ricetta.

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 12 minuti.
Tempo di cottura: 40 minuti.


Ingredienti:

  • 3 uova intere a temperatura ambiente
  • 90 g di zucchero semolato
  • pizzico di sale fino integrale
  • 125 g di yogurt al limone o bianco
  • 80 g di burro bio 100% vegetale da agricoltura biologica Vallé
  • 2 limoni non trattati
  • 100 g di farina 00
  • 100 g di farina di riso
  • ½ bustina di lievito in polvere per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • ½ bicchiere di latte di riso
  • zucchero a velo (facoltativo)

Procedimento per la torta al limone:

Accendete il forno in modalità statico a 180°C.
Prendete una ciotola capiente e unite le 3 uova con lo zucchero e un pizzico di sale.

Step ricetta della torta al limone

Poi lavorate con le fruste elettriche le 3 uova con lo zucchero semolato e un pizzico di sale fino integrale fino a quando otterrete un composto spumoso e chiaro.

Step ricetta della torta al limone

A questo punto prendete i 2 limoni, grattugiate la buccia e spremeteli per bene e mettete succo e buccia grattugiata dentro un contenitore e nel frattempo fate sciogliere al microonde o a bagnomaria il burro.

limoni

Step ricetta della torta al limone

Unite delicatamente lo yogurt, il burro vegetale sciolto, il succo e la scorza grattugiata dei 2 limoni nella ciotola.

Step ricetta della torta al limone

Step ricetta della torta al limone

Infine aggiungete anche la farina 00 e la farina di riso setacciate con ½ bustina di lievito in polvere e la vanillina e a filo versate anche il latte di riso. A questo punto lavorate gli ingredienti con le fruste a bassa velocità fino ad ottenere un impasto liscio e senza grumi.

Step ricetta della torta al limone

Step ricetta della torta al limone

Versate l'impasto ottenuto in una tortiera di diametro 22 cm foderata con carta forno (oppure imburrata e infarinata) e fatela cuocere a 180°C per circa 40 minuti.
Controllate che la torta al limone sia cotta per bene facendo la prova dello stecchino: inserite il bastoncino di legno nell'impasto e se uscirà asciutto, la torta è pronta.
Sfornate il dolce e fatelo intiepidire almeno mezz'ora prima di servirlo e a piacere spolverizzatelo con lo zucchero a velo.
La torta al limone si conserva per 4-5 giorni se tenuta sotto una campana di vetro.

Ricetta della torta al limone

Ricetta della torta al limone

Varianti della torta al limone:

Per dare un sapore ancora più deciso alla torta al limone potete aggiungere nell'impasto 2 cucchiai di limoncello.
Oppure un'altra variante adatta ai più golosi si realizza aggiungendo nell'impasto una manciata abbondante di gocce di cioccolato bianco.

Francesca Maria
♥♥♥

SHARE:

mercoledì 8 maggio 2019

Mandorle: proprietà e benefici di un alimento che fa davvero bene

Le mandorle sono un seme oleoso molto popolare e prezioso per via delle innumerevoli proprietà benefiche. Ricche di vitamine e sali minerali, le mandorle sono nutrienti e deliziose e fanno bene per tantissimi motivi.

Mandorle: proprietà e benefici di un alimento che fa davvero bene

Native del Medio Oriente, sono gli Stati Uniti oggi i più grandi produttori di mandorle, mentre per quanto riguarda il nostro Paese, la produzione è concentrata nel Sud della Penisola, in particolare in Puglia e Sicilia.

Proprietà e benefici delle mandorle 


Tanti sono gli effetti benefici delle mandorle sulla salute che elencarli tutti sarebbe impossibile. Sono caloriche, è vero, ma se consumate con criterio (30-35 grammi al giorno) forniscono numerosi benefici.
  • Sono una straordinaria fonte di antiossidanti, quindi contrastano l’azione dei radicali liberi. 
  • Le mandorle aiutano ad aumentare le difese immunitarie
  • Hanno un potere saziante e non provocano nausea. 
  • Sono ipocolesterolemiche, pertanto, grazie ai loro grassi monoinsaturi e polinsaturi, sono in grado di ridurre il colesterolo cattivo LDL nel sangue. Apportando potassio sono anche in grado di contribuire a regolare la pressione sanguigna
  • Rinforzano ossa, denti, unghie e capelli.
  • Le mandorle sono energizzanti e quindi consigliate in momenti in cui l’organismo necessita di maggior energia: gravidanza, menopausa, convalescenza, attività sportiva, stress da esame. 
  • Contrastano l’anemia e la stitichezza grazie al contenuto di ferro e fibre. 
  • Le mandorle sono un prezioso alleato per le neomamme, in quanto permettono di mantenere alto il livello di zuccheri nel sangue e aiutano ad eliminare le smagliature post gravidanza. Altresì, sono adatte anche all’alimentazione infantile, perché possiedono nutrienti importanti per la crescita.

Mandorle: proprietà e benefici di un alimento che fa davvero bene

Mandorle: come sceglierle e conservarle

Per mantenere intatti i benefici delle mandorle con guscio è necessario riporle in ambienti asciutti e freschi, al riparo dalla luce e da fonti di calore e consumarle entro qualche mese. Mentre, quando acquistate le mandorle sgusciate o già private della buccia (che però dal punto di vista nutrizionale non sono la scelta migliore), conviene conservarle in un contenitore chiuso ermeticamente e consumarle in fretta.

Controindicazioni delle mandorle

Le virtù delle mandorle sono molte, ma è bene ricordare che questi semi possiedono anche alcune controindicazioni. Le principali controindicazioni sono legate al loro ampio apporto calorico e all’eventuale presenza di allergeni. Non sono indicate a chi soffre di calcoli renali, poiché ricche di ossalati.


Usi in cucina delle mandorle

Oltre ad essere benefiche per il nostro corpo, le mandorle sono anche gustose come spuntino e utili in cucina. Possiamo consumarle direttamente al naturale come snack energetico oppure possono essere tritate e consumate nei muesli a colazione. Con le mandorle si possono preparare un sacco di prelibatezze dolci e salate: torte, biscottini, alcolici, torroni, il latte di mandorle, il marzapane, il pesto alla trapanese e la famosa pasta di mandorle.

Qui nel mio blog potete trovare alcune ricette di dolci che ho realizzato con le mandorle:

Mandorle: proprietà e benefici di un alimento che fa davvero bene

N.B. Le informazioni contenute nell’articolo sono di carattere generale e non sostituiscono in nessun caso le indicazioni del proprio medico.

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

venerdì 3 maggio 2019

Ricetta della torta di mandorle senza burro

Oggi care amiche vi voglio proporre la ricetta della torta di mandorle senza burro, un dolce davvero irresistibile e delicato fatto a base di questo seme oleoso ricco di proprietà benefiche. 

Ricetta della torta di mandorle senza burro

Ricetta della torta di mandorle senza burro

Ogni momento è quello giusto per gustarsi una fetta di questa torta: a colazione, a metà mattina, a merenda o a fine pasto.

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: 40 minuti.

Ingredienti per uno stampo diametro 20 cm:

  • 2 uova intere a temperatura ambiente
  • 80 g di zucchero di canna
  • 80 g di farina di farro integrale
  • 20 g di amido di mais
  • 8 gr di lievito per dolci (½ bustina)
  • 120 g di mandorle tritate finemente
  • 70 ml di olio di riso
  • 4 cucchiai di latte di mandorla a temperatura ambiente
  • mandorle a lamelle q.b.

Procedimento per la torta di mandorle senza burro:


Accendete il forno in modalità statico a 175°C e tritate le mandorle finemente con il mixer.



In una ciotola lavorate con le fruste elettriche le 2 uova intere con lo zucchero semolato fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro.


Dopodiché aggiungete la farina di farro integrale setacciata con l'amido di mais e il lievito in polvere.
Incorporate anche l'olio di riso, il latte e infine le mandorle tritate e continuate a lavorare gli ingredienti fino a quando risulteranno ben amalgamati.


A questo punto versate il tutto nello stampo a cerniera apribile foderato con la carta forno (oppure oliato e infarinato), livellate e aggiungete in superficie una manciata di zucchero di canna e alcune mandorle a lamelle.


Fate cuocere la torta di mandorle senza burro nel forno caldo per circa 40 minuti e nel dubbio fate la prova stecchino per verificare la cottura.
A cottura ultimata del dolce, sfornate e lasciate raffreddare prima di servire.
Questa torta si conserva a temperatura ambiente per 4-5 giorni sotto una campana di vetro.

Ricetta della torta di mandorle senza burro

Ricetta della torta di mandorle senza burro

Varianti della torta di mandorle senza burro

  • Se volete rendere il dolce ancora più sfizioso, potete aggiungere nell'impasto la scorza grattugiata di 1 limone bio. Oppure gli amanti del cioccolato, possono optare per delle gocce di cioccolato fondente.
  • Se in casa non avete l'olio di riso, potete tranquillamente aggiungere l'olio di semi. Idem se non avete il latte di mandorla, va benissimo anche il latte vaccino.


Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

sabato 27 aprile 2019

La ricetta della torta stracciatella

La torta stracciatella è un dolce molto amato a base di pezzetti di cioccolato e panna. Ottimo da servire a colazione o per merenda, il suo nome trae ispirazione da uno dei gusti di gelato più famoso realizzato con panna e cioccolato: la stracciatella.

Realizzare in casa la torta stracciatella è semplicissimo. Oltretutto è un ottimo modo per riciclare la cioccolata delle uova di Pasqua avanzata. Soprattutto chi ha bambini, sa bene quanta cioccolata abbondi durante le festività pasquali, per cui riuscire a smaltirla adoperandola per realizzare un dolce fatto in casa è una delle scelte più apprezzate.


Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura: 40 minuti.

Ingredienti per uno stampo di 20 cm di diametro:

  • 100 g di cioccolato
  • 90 g di zucchero semolato
  • 2 uova intere a temperatura ambiente
  • 90 ml di olio di semi
  • 100 ml di panna fresca
  • 100 g di farina 00
  • 100 g di farina di farro
  • 8 gr di lievito per dolci (½ bustina)
  • zucchero a velo (facoltativo)

Procedimento per la torta stracciatella:

Accendete il forno a 180°C in modalità statico, tritate il cioccolato grossolanamente e mettetelo in frigo all'interno di una ciotolina (ovviamente io vi consiglio il cioccolato fondente, ma va benissimo anche quello al latte, oppure potete anche fare un mix dei 2).


Con le fruste elettriche montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e bello morbido.
Aggiungete al composto l'olio di semi e la panna; poi unite le farine con il lievito setacciati e mescolate il tutto con un cucchiaio di legno.


Unite al composto il cioccolato tritato, tenendone una manciata da parte.
Foderate lo stampo con la carta forno (oppure infarinatelo e imburratelo), versate l'impasto, livellatelo e aggiungete sopra l'ultima manciata di cioccolato leggermente infarinato (questo eviterà che il cioccolato sprofondi nell'impasto).


Mettete in forno ormai caldo a far cuocere per circa 40 minuti, abbassando gli ultimi 10 minuti a 170°C.
A cottura ultimata e a piacere, spolverizzate la torta con lo zucchero a velo.

La torta stracciatella si conserva per 3-4 giorni a temperatura ambiente sotto una campana di vetro.


Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

lunedì 22 aprile 2019

Torta di mele senza zucchero

"Francesca, tu riusciresti a condividere nel blog una torta di mele senza zucchero? Sai, il medico mi ha detto che se voglio mangiare dolci - e io voglio - devono per forza essere senza zucchero. E sai, la torta di mele è il mio dolce preferito..."
"Sì, diciamo che ho dovuto provare un paio di volte prima di capire quali potessero essere le quantità giuste, gli ingredienti da tenere e quelli da scartare e le proporzioni ottimali. Ma poi alla fine ce l'ho fatta."

Torta di mele senza zucchero
Se per qualche motivo (dieta, diabete, gravidanza etc) siete costrette ad avere delle accortezze a tavola, questa versione di torta di mele senza zucchero è la variante che fa al caso vostro. Un grande classico per la colazione o per merenda, semplice da preparare e ideale da mangiare senza nessun senso di colpa.

Torta di mele senza zucchero

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 20 minuti.
Tempo di cottura: 45 minuti.

Ingredienti per una tortiera diametro 20 cm:

  • 2 uova intere a temperatura ambiente
  • 2 mele
  • 1 limone bio
  • 90 ml di olio di semi
  • 100 gr di farina di tipo 2
  • 50 g di farina di riso
  • 30 g di farina di farro
  • 30 g di amido di mais
  • ½ bustina di lievito in polvere per dolci
  • pizzico di cannella in polvere
  • 40 ml di latte

Procedimento per la torta di mele senza zucchero:

Accendete il forno a 180°C in modalità statico.
Lavate, pelate la mela e togliete il torsolo e poi tritate la polpa tagliata a pezzetti nel mixer fino ad ottenere una purea di mela.

Torta di mele senza zucchero

Torta di mele senza zucchero

Poi prendete una ciotola capiente e mettete le 2 uova, la scorza grattugiata del limone e la purea di mela e lavorate il tutto con le fruste elettriche.

Torta di mele senza zucchero

Aggiungete l'olio di semi e gradualmente anche le farine setacciate con il lievito in polvere, un pizzico di cannella in polvere e l'amido di mais e a filo anche il latte.

Torta di mele senza zucchero

Mescolate per bene e una volta che gli ingredienti si sono ben amalgamati tra di loro, versate l'impasto ottenuto nello stampo a cerniera apribile imburrato e infarinato (o rivestito di carta forno), livellatelo e poi disponete le fettine della seconda mela a raggiera.

Torta di mele senza zucchero

Mettete la torta di mele senza zucchero nel forno ormai caldo e cuocete per 45 minuti circa.
Lasciatela raffreddare completamente prima di rimuovere il dolce dalla stampo.

Torta di mele senza zucchero

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:
© Breakfast at Tiffany's di Francesca Maria Battilana
Blog Design by pipdig