Follow

I POST PIU' LETTI

sabato 16 novembre 2019

Torta della suocera

La torta della suocera è un dolce facile e molto veloce da fare in casa.
Ha una consistenza super soffice grazie alla panna semi montata che viene aggiunta nell'impasto... ed è per questo che sembra di assaggiare una nuvola!

Torta della suocera

In realtà non si conosce il vero motivo per cui questo dolce si chiami in questo modo. 
Alcuni dicono per il fatto che la preparazione è talmente veloce che si può persino farlo mentre si fanno le pulizie di casa in attesa della visita della suocera o quando magari si invita per pranzo o cena all'ultimo minuto e si ha poco tempo per sfornare un dolcetto. 
Ad ogni modo, al di là del nome buffo, questa torta è davvero ottima consumata a colazione o come merenda.

Torta della suocera

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: 40 minuti.

Ingredienti per uno stampo diametro 24 cm:

  • 3 uova intere
  • 120 g di zucchero semolato
  • 200 ml di panna fresca (vaccina o vegetale)
  • 100 ml di olio di arachide
  • 200 g di farina di tipo 00
  • 50 g di fecola di patate
  • 1 bustina di lievito in polvere per dolci (16 g)
  • 1 limone non trattato
  • zucchero a velo

Preparazione della torta della suocera:

Accendete il forno a 180°C in modalità statico e imburrate e infarinate lo stampo per il dolce.
Versate in una ciotola capiente le 3 uova e lavoratele con lo zucchero semolato fino a quando il composto diventerà bello chiaro e spumoso (potete usare la frusta a mano o le fruste elettriche).
Procedete aggiungendo al composto la panna semi montata, l'olio di arachide e poi gradualmente anche la farina 00 setacciata con la fecola di patate.
A questo punto combinate anche il succo del limone e infine il lievito in polvere setacciato.
Mescolate per bene il tutto per permettere agli ingredienti di amalgamarsi tra di loro e poi versate l'impasto ottenuto nello stampo.

Torta della suocera step 1

Torta della suocera step 2

Torta della suocera step 3

Torta della suocera step 4

Mettete la torta della suocera nel forno ormai caldo e fatela cuocere per 40 minuti circa.
Per verificare la cottura del dolce, fate la prova stecchino.
Sfornate il dolce, fatelo raffreddare per bene e poi spolverizzate in superficie lo zucchero a velo.

Varianti e consigli per la torta della suocera

  • Questo dolce si conserva soffice per diversi giorni se tenuta sotto una campana di vetro.
  • Potete realizzare la torta della suocera anche con il bimby. Basta mettere tutti gli ingredienti indicati sopra nel boccale e azionare l'apparecchio vel. 4 per almeno un minuto, così da ottenere un impasto vellutato. Poi si procede come descritto nella ricetta sopra.
  • Se volete realizzare questa torta gluten-free sostituire la farina 00 con la farina di riso e il lievito con un agente lievitante privo di glutine.
Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

martedì 12 novembre 2019

Biscotti alle noci super light: la versione senza burro, senza olio e senza lattosio

I biscotti alle noci super light sono i biscotti perfetti per chi vuol gustarsi dei dolcetti fatti in casa ma senza sensi di colpa.
Sono biscotti ottimi per fare colazione, come spezza fame da tenere in ufficio o come spuntino prima di andare in palestra.
La consistenza ovviamente non sarà quella friabile dei classici biscotti burrosi, ma risulterà molto più croccante essendo un impasto povero di grassi.


Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: 25 minuti.

Ingredienti per circa 15 biscotti:

  • 90 g di farina 00
  • 90 g di farina di tipo 2
  • 50 g di fecola di patate
  • 50 g di zucchero di canna
  • un pizzico di lievito in polvere per dolci
  • una decina di gherigli di noci
  • 30 ml di acqua
  • 30 ml di bevanda alle mandorle

Preparazione dei biscotti:

In una ciotola versate tutti gli ingredienti secchi: la farina 00, la farina di tipo 2, la fecola di patate, lo zucchero di canna e il lievito.
Mescolate con un cucchiaio, poi unite l'uovo, l'acqua  e la bevanda alle mandorle e con le mani infarinate iniziate a lavorare l'impasto che dovrà risultare morbido e un po' appiccicoso.
Infine combinate anche i gherigli delle noci tritate grossolanamente con il mixer.




Avvolgete l'impasto nella pellicola trasparente e mettetelo a riposare in frigo per 30 minuti.
Trascorso il tempo di riposo dell'impasto, iniziate a formare a mano delle palline, disponetele distanziate tra di loro sulla placca rivestita di carta forno, appiattitele leggermente e poi proseguite a cuocere i biscotti nel forno caldo a 175°C per 25 minuti circa.

Biscotti alle noci super light: la versione senza burro, senza olio e senza lattosio

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

domenica 10 novembre 2019

Natale 2019: i libri di cucina da non perdere


Da avere in casa per sé o da regalare ad amiche appassionate o qualche parente non proprio così esperto di cucina.
Ecco quali sono i libri di cucina da non perdere per questo Natale 2019.

Natale 2019: i libri di cucina da non perdere

Per chi è amante della materia o per chi sta per affinare la tecnica ai fornelli, ricevere un libro di cucina è sempre un dono graditissimo.
Ecco una mia selezione di 5 volumi da comprare per sé o da regalare per questo Natale 2019.

Erbe spontanee: impariamo a riconoscerle, cucinarle, conservarle

di Lorenza Dadduzio, Massimiliano Renna, Carlo Mininni.


Erbe spontanee: impariamo a riconoscerle, cucinarle, conservarle

"Le erbacce sono semplicemente delle piante di cui non abbiamo ancora imparato a conoscere le virtù. Quello che la nostra mano oggi strappa e butta via, in futuro diventerà vitale."
Valentin P. Elli, Nutriceutica. Il potere dei supercibi

Questo libro ti fa entrare nel mondo delle erbe spontanee: le selvatiche commestibili.
Fiori, semi, frutti, radici, bacche, bulbi e tuberi commestibili che si possono portare in tavola e che rappresentano una grande risorsa nutrizionale. 
Tanti consigli, suggerimenti e ovviamente una carrellata di ricette - antipasti, stuzzichini, condimenti, primi, secondi, piatti unici, contorni e dolci - per riscoprire i sapori di un'antica tradizione, per arricchire le pietanze di freschezza e genuinità e per bilanciare l'alimentazione attraverso un elevato valore nutrizionale e a fronte di un ridotto apporto calorico.

Facciamo colazione?

di Barbara Toselli.


Facciamo colazione?

"Le giornate dovrebbero iniziare con un abbraccio, un bacio, una carezza e un caffè.
Perché la colazione deve essere abbondante."
Charles M. Schulz


Perché la colazione è il pasto più importante della giornata e non ci si può accontentare di un caffè al volo. Tra le pagine di questo libro si scopre un mondo fatto di genuinità per coccolare il palato alle prime ore del mattino e regalarsi inaspettate emozioni.
Roberta, autrice del blog Pane e Burro, milanese di nascita e romana d'adozione, ce lo ricorda con una grazia e uno stile unico ed immagini evocative che uniscono gusto, salute e creatività.Dal dolce al salato, alterando ricette italiane e straniere, dalla colazione della domenica a quella veloce, quella adatta ai bambini, quella salutare e quella golosa.

Le ricette salvacena. I miei piatti sfiziosi in 15 minuti

di Benedetta Parodi.


Le ricette salvacena. I miei piatti sfiziosi in 15 minuti

Dopo il suo ultimo libro uscito nel 2018 "A pranzo da me", finalmente esce il nuovo libro di cucina di Benedetta Parodi "Le ricette salvacena, I miei piatti sfiziosi in 15 minuti."
Oltre 150 ricette da preparare in 15 minuti, quando si torna dal lavoro e il tempo a disposizione per stare ai fornelli. La celebre conduttrice televisiva sforna questo nuovo libro di facile consultazione dove propone ricette da realizzare con ingredienti semplici e di facile reperibilità. Uniti a fantasia, organizzazione e un po' di abilità.

Dolci senza zucchero incredibilmente buoni e sani

di Nina Engels.

Dolci senza zucchero incredibilmente buoni e sani

Chi l'ha detto che i dolci senza zucchero non siano golosi e ricchi di sapore?
Biscotti, torte, dolcetti per tutte quelle persone che decidono di eliminare lo zucchero dalla propria dieta o di sostituirlo con dolcificanti naturali, ma che non rinunciano al piacere di dolci incredibilmente buoni e sani. 
All'interno del libro si trovano anche ricette per chi ha esigenze alimentari particolari: lactose-free, vegan o senza glutine.

Christmas Baking

di Csaba Dalla Zorza.


Christmas Baking

Dopo "Honestly Good", la famosa e implacabile food writer italiana Csaba torna in libreria con un volume che raccoglie 90 ricette che mettono insieme 2 dei suoi argomenti preferiti: il Natale e i dolci.
Un libro di ricette per chi a Natale ama fare, mangiare e regalare biscotti homemade.
Ricette interamente dedicate al Natale, spiegate in modo semplice, affinché anche i meno esperti possano dedicarsi.

I segreti per godersi un buon libro

Godersi appieno un libro al giorno d'oggi sembra un'impresa impossibile. La giornata tipo di ognuno di noi è talmente piena di cose da fare che rende difficile persino ritagliarsi dei momenti di tranquillità, di rallentare, di riprendere fiato.
Dopo aver acquistato il libro più adatto a te, da conservare o da regalare, è tempo di pensare a godersi la lettura, quella che ti coccola e ti fa stare bene.

Natale 2019: i libri di cucina da non perdere

Serve un ambiente di lettura ideale, calmo e sereno, dove non ci siano distrazioni.
Siediti e lasciati andare, sorseggia una tisana rilassante e magari accendi qualche candela profumata. Tieni lontano smartphone e laptop.
E nel caso il libro ti prenda così tanto da addormentarti con il testo che ti crolla sul naso, beh, procurati un buon segnalibro. I very booklover sanno che i segnalibri contribuiscono a dare uno stile al libro e al lettore, oltre ad evitare di rovinare le pagine con "orecchie" o pieghe della copertina. Ad esempio puoi scegliere dei segnalibri personalizzabili, d'artigianato oppure anche fabbricartelo da te.


“Talvolta penso che il paradiso sia leggere continuamente, senza fine.”
Virginia Woolf

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

giovedì 7 novembre 2019

Plumcake ai mandarini

Il plumcake ai mandarini è un dolce autunnale fragrante e profumato, semplicissimo da preparare in casa. Ideale per colazione o per merenda, questo plumcake si realizza con i classici ingredienti come uova, farina, zucchero e lievito e in aggiunta il succo e la scorza di questo agrume ricchissimo di vitamina C.

Plumcake ai mandarini

Plumcake ai mandarini

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: 40 minuti circa.

Ingredienti per uno stampo da 24 cm:

  • 2 uova intere
  • 60 g di zucchero di canna
  • 50 ml di olio di semi
  • 100 g di farina 00
  • 50 g di farina di mais finissima
  • 50 g di farina di riso
  • ½ bustina di lievito in polvere
  • la scorza di 3 mandarini
  • 50 ml di succo di mandarini
  • zucchero a velo (opzionale)

Procedimento per realizzare il plumcake:

Accendete il forno in modalità statico a 180°C e foderate il fondo dello stampo da plumcake con la carta forno.
Lavate per bene i 3 mandarini e poi grattugiate la scorza e spremete il succo, tenendone 50 ml da parte.
Proseguite montando con le fruste elettriche le 2 uova intere con lo zucchero di canna, aggiungendo la scorza dei mandarini.
Poi aggiungete l'olio e le polveri setacciate in precedenza: farina 00, farina di riso, farina di mais e il lievito.

Plumcake ai mandarini step 1

Plumcake ai mandarini step 2

Plumcake ai mandarini step 3

Infine aggiungete il succo dei mandarini e l'olio di semi e mescolate per bene per ottenere un composto omogeneo e privo di grumi.
Versate l'impasto ottenuto nello stampo, livellatelo e poi mettete il plumcake in forno nella parte centrale.
Fate cuocere per 40 minuti circa, abbassando il forno a 170°C gli ultimi 10 minuti.
A cottura terminata, fate raffreddare il plumcake nello stampo per mezz'ora prima di toglierlo e spolverizzarlo con lo zucchero a velo.

Plumcake ai mandarini step 4

Plumcake ai mandarini step 5


Varianti e consigli:

  • Per un sapore ancora più agrumato, aggiungete anche la buccia grattugiata e 1 cucchiaino di succo di limone.
  • Se volete addolcire e rendere più goloso questo plumcake, del cioccolato bianco tritato grossolanamente sarà l'ingrediente perfetto.
  • Questo plumcake si conserva per 3 giorni massimo coperto sotto una campana di vetro. E' sconsigliato congelarlo.

Plumcake ai mandarini

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

mercoledì 6 novembre 2019

Sofa workout, l'home fitness per i più pigri

Nonostante fitness e divano appaiano come 2 mondi agli antipodi, è giunto il tempo di ricredersi.
E’ arrivato il “sofa workout” (ginnastica da divano), l’home fitness a cui non possono dire di no nemmeno le sofà addicted più convinte.


Sì, avete capito bene. Il nuovo trend del fitness che sta spopolando in tutto il mondo è la ginnastica da divano.
È possibile allenarsi sul divano durante le pause pubblicitarie mentre guardate la tv, per evitare di alzarvi dal divano e di aprire il frigorifero alla ricerca di qualche snack.
Specialmente in questo periodo, può capitare che risulti sempre più difficile uscire per andare in palestra, perché magari si preferisce stare in casa a guardare la tv o a leggere un bel libro.
Insomma amiche, anche il divano può diventare una “palestra”… quindi anche se la pigrizia vi tiene lontane dalla palestra… ora non ci sono proprio più scuse!

Il programma di allenamento “Sofa workout” arriva dal sito Darebee in collaborazione con il blog dedicato alla salute del Servizio Sanitario Nazionale Inglese NHS Choice, dove vari insegnanti ed esperti suggeriscono esercizi ginnici di tonificazione per mantenere in forma il proprio fisico.
I 6 esercizi sono pensati per far lavorare diversi gruppi muscolari: gambe, braccia, spalle e addome.

Sofa workout: ecco i 6 esercizi proposti da Darebee

Si tratta di 6 esercizi tutti molto semplici e assolutamente adatti a chiunque, dai soggetti più allenati ai meno esperti che rendono possibile allenarsi sul divano di casa.
Secondo i suoi ideatori, il programma ha una difficoltà medio-bassa e può essere praticato a vari livelli: livello I che prevede 3 serie, livello II che prevede 4 serie e livello III che prevede 5 serie.
I 6 esercizi prevedono 20 semi squat, 10 sofa dips, 20 climbers, 10 side-to-side sofa walk, 10 sollevamenti delle gambe e 10 movimenti circolari delle gambe sollevate, da fare con almeno 2 minuti di pausa tra uno e l'altro.

1. Half squats


Per rinforzare la muscolatura degli arti inferiori il programma prevede un esercizio di semi squat.
Posizionatevi davanti al divano in posizione eretta con le gambe distese larghezza spalle. Inspirando flettete le ginocchia ed espirando tornate alla posizione iniziale.

2. Sofa dips


Sedetevi sul bordo del divano appoggiando le mani sul bordo.
Portate in avanti il corpo, sollevando le anche e poggiando a terra solo i talloni.
Lentamente abbassatevi verso terra, piegando le ginocchia e distendendo le braccia. 

3. Climbers


Partite nella posizione classica dei piegamenti per le braccia ma appoggiando le mani alla larghezza delle spalle sul cuscino della seduta del divano. Da qui richiamate un ginocchio alla volta al petto.

4. Side-to-side sofa walks


Allungatevi in push-up position (braccia distese) nella posizione prona classica dei piegamenti, ma poggiando le mani sulla seduta del sofà partendo da un’estremità.
Ora spostatevi lateralmente secondo questa sequenza: gamba destra, braccio destro, braccio sinistro, gamba sinistra. Una volta raggiunto il lato opposto del divano, ritornate indietro.

5. Leg raises (sollevamento gambe tese)


E’ un ottimo esercizio per allenare i muscoli addominali.
Ci si siede sul divano con le mani sotto ai glutei e tenendo le gambe leggermente sollevate da terra. Contraendo gli addominali si sollevano le gambe tenendole tese fino a raggiungere l’altezza del vostro mento. Durante questo esercizio si inspira quando le gambe sono distese avanti e si espira durante il movimento. 

6. Raised leg circles


La posizione di partenza di quest’ultimo esercizio è la medesima del precedente, cambia l’esecuzione. Anziché portare in alto le gambe, si effettuano dei movimenti circolari.


Terminate la sessione facendo un po’ di stretching per stendere i muscoli.
La ginnastica da divano è sicuramente un ottimo inizio, ma non può concludersi lì. 
Per considerarla attività fisica, l’impegno deve prendere in considerazione qualcosa di più.

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

lunedì 4 novembre 2019

Ciambella alla camomilla

La ciambella alla camomilla è il dolce perfetto da consumare a colazione, nel pomeriggio come merenda o come dolce serale post cena. È sofficissimo e molto leggero, adatto anche ai bambini, realizzato con ingredienti semplici, senza burro, senza latte vaccino e senza uova.

Ciambella alla camomilla

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: 40 minuti.

Ingredienti per uno stampo a ciambella da 22-24 cm:

  • 180 ml di acqua
  • 2 filtri di camomilla
  • 100 g di farina integrale
  • 50 g di farina 00
  • 100 g di farina di riso
  • 50 g di amido di mais
  • 100 g di zucchero di canna
  • 1 bustina da 16 g di lievito in polvere per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • 3 cucchiai di miele
  • 50 ml di olio di semi
  • zucchero a velo (opzionale)

Preparazione della ciambella alla camomilla:

Dopo aver fatto bollire l'acqua in un pentolino, spegnete il fuoco, immergete i 2 filtri di camomilla e lasciate in infusione per il tempo indicato nella bustina.
Accendete il forno in modalità statico a 180°C e imburrate e infarinate uno stampo a forma di ciambella (se avete intolleranza al lattosio, usate un burro vegetale).
Nel frattempo unite in una ciotola la farina 00, la farina di riso, la farina integrale, l'amido di mais, lo zucchero di canna, il lievito e la vanillina e mescolate con una spatola da cucina.
Gradualmente versate l'olio di semi, il miele e la camomilla raffreddata.
Mescolate il tutto energicamente per ottenere un composto morbido ed omogeneo.
Versate il composto nello stampo e mettere la ciambella nel forno ormai caldo.

Ciambella alla camomilla step 1

Ciambella alla camomilla step 2

Ciambella alla camomilla step 3

Fate cuocere per una quarantina di minuti ma per controllare che la ciambella sia cotta a puntino, fate la prova stecchino: infilzate la ciambella con uno stecchino e se uscirà asciutto, significa che è pronta.
Una volta sfornata, lasciate raffreddare la ciambella per 1 ora a temperatura ambiente e poi capovolgetela su un piatto da dolce.
Infine spolverizzatela a piacere con lo zucchero a velo (questo ultimo passaggio è comunque facoltativo).

Ciambella alla camomilla

Consigli e varianti:

  • La ciambella alla camomilla si conserva a temperatura ambiente per 4-5 giorni se conservata sotto una campana di vetro.
  • Per renderla più golosa, potete aggiungere all'impasto una manciata di nocciole o mandorle tritate.
  • Se amate il profumo del limone, vi consiglio di aggiungere mezza fialetta di aroma al limone o la scorza grattugiata di un limone biologico.
Ciambella alla camomilla

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

giovedì 31 ottobre 2019

La ricetta della Piada dei morti, il dolce della tradizione romagnola

La Piada dei morti è un dolce casalingo antico della tradizione romagnola che si prepara per la commemorazione dei defunti a Novembre.

La ricetta della Piada dei morti, il dolce della tradizione romagnola

In Romagna la Piada dei morti viene cotta solitamente da metà Ottobre e per tutto il mese di Novembre e il suo nome deriva dal fatto che questo pane dolce viene cotto principalmente in occasione della ricorrenza dei morti.

Si tratta di un impasto fatto con farina, uova e latte che viene fatto lievitare e poi ricoperto con della frutta secca.
La ricetta per realizzare questo dolce tipicamente autunnale è molto semplice. Vi basterà seguire passo passo gli step indicati nella ricetta a seguire.

Difficoltà: media.
Tempo di preparazione: 20 minuti + 4 ore di lievitazione.
Tempo di cottura: 30 minuti circa.

Ingredienti per uno stampo da 24 cm di diametro:

  • 250 g di farina tipo 00
  • 60 g di zucchero semolato
  • 50 ml di olio extravergine di oliva
  • 12 g di lievito di birra fresco (va bene anche quello secco in granuli)
  • 1 uovo intero
  • 75 ml di latte
  • 1 cucchiaio di vino bianco

Per la copertura della piada:

  • 2 cucchiai di latte
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 tuorlo
  • 25 g di uvetta sultanina
  • 10 g di pinoli
  • 30 g di noci
  • 30 g di mandorle
La ricetta della Piada dei morti, il dolce della tradizione romagnola

Procedimento per realizzare la piada dei morti:

In una ciotola versate la farina, lo zucchero semolato, il latte, l'olio di oliva, il vino e il lievito di birra sbriciolato finemente e impastate per bene gli ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio.


La ricetta della Piada dei morti step 1

La ricetta della Piada dei morti step 2

La ricetta della Piada dei morti step 3

Fate lievitare l'impasto per circa 4 ore per permettere che raddoppi il suo volume, coprendo la ciotola con un canovaccio e mettendola dentro al forno spento.
Trascorso il tempo di lievitazione necessario, accendete il forno a 185°C, rivestite lo stampo con la carta forno e poi stendete con le mani il panetto. 
A questo punto cospargete sulla superficie l'uvetta, i pinoli, le noci e le mandorle.


La ricetta della Piada dei morti step 4

La ricetta della Piada dei morti step 5

Poi spennellate sulla superficie della piada un'emulsione fatta sbattendo 1 tuorlo con 2 cucchiai di latte e 2 cucchiai di zucchero.
Infine mettete il dolce nel forno ormai caldo e fatelo cuocere per 30 minuti circa o fino a quando la superficie del dolce diventa bella dorata.
Lasciate raffreddare bene la piada prima di servirla.


La ricetta della Piada dei morti, il dolce della tradizione romagnola

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:
© Breakfast at Tiffany's di Francesca Maria Battilana
Blog Design by pipdig