Follow

I POST PIU' LETTI

martedì 22 ottobre 2019

Rose del deserto light, biscotti con la copertura di corn flakes


Le rose del deserto light sono dei biscotti morbidi dentro e croccanti fuori, realizzati con una copertura di corn flakes. Sono senza burro e resi dolci solo da 2 cucchiai di zucchero di canna.

Rose del deserto light

Difficoltà: media.
Tempo di preparazione: 15 minuti.
Tempo di cottura: 15 minuti.

Ingredienti per circa 20 rose del deserto:

  • 1 uovo intero a temperatura ambiente
  • 50 ml di olio di semi
  • 20 ml di latte
  • 10 ml di acqua
  • un pizzico di sale fino integrale
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 8 g di lievito in polvere
  • 150 g di farina di avena
  • 35 g di farina integrale
  • 30 gr di amido di mais
  • 100 g di corn flakes
  • zucchero a velo q.b.

Procedimento per realizzare le rose del deserto light:

In una ciotola unite inizialmente tutti gli ingredienti umidi: l'uovo, l'olio di semi, il latte e l'acqua.
Mescolate per bene e poi aggiungete gli ingredienti secchi: un pizzico di sale fino, 2 cucchiai di zucchero di canna, il lievito in polvere, la farina di avena e quella integrale e infine l'amido di mais.
A mano amalgamate il tutto per ottenere un impasto omogeneo.

Step per fare le rose del deserto light

Step per fare le rose del deserto light

Step per fare le rose del deserto light

In una pirofila versate i fiocchi di mais interi, dopodiché prendete un cucchiaio di impasto per volta e a mano formate delle palline; a questo punto arrotolatele nei corn flakes in modo che questi aderiscano bene all'impasto e la pallina si ricopra di fiocchi di mais.
Una volta terminato tutto l'impasto, ponete le rose sulla leccarda rivestita di carta forno e fatele riposare in frigo per 15 minuti.

Step per fare le rose del deserto light

Step per fare le rose del deserto light

Durante la cottura si gonfieranno per effetto del lievito quindi disponete distanziate tra di loro.
A questo punto infornate le rose del deserto light nel forno caldo a 175°C per circa 15 minuti o finché assumeranno un colore dorato.
Sfornatele, ponetele su una gratella a raffreddare e poi terminate spolverizzandole a piacere con lo zucchero a velo.
Questi dolcetti si conservano per 3-4 giorni all'interno di contenitori ermetici o scatole di latta.

Rose del deserto light


Varianti e consigli

  • Potete aromatizzare le rose del deserto light aggiungendo all'impasto la buccia grattugiata di 1 limone.
  • Se volete una versione di rose del deserto più golosa, aggiungete una manciata di gocce al cioccolato o di fave al cacao.
Perché questi biscotti si chiamano rose del deserto? Il loro nome deriva dal fatto che la loro forma ricorda proprio le famose pietre tipiche dei paesaggi desertici.

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

giovedì 17 ottobre 2019

Orchidee in casa, i consigli giusti per prendersene cura al meglio


Sappiamo bene che le orchidee sono fiori tanto affascinanti quanto delicati e che richiedono particolari cure per crescere in tutto il loro splendore.
Ecco quali sono i consigli giusti per prendersi cura al meglio delle orchidee in casa e avere fioriture spettacolari.

Orchidee in casa, i consigli giusti per prendersene cura al meglio

Orchidee in casa, i consigli giusti

Quando scegliamo di acquistarne una per rendere l’ambiente casalingo più accogliente ed elegante, ci domandiamo quali siano le regole di base per potersene prendere cura.
Sembra che curare le orchidee in casa sia tanto complicato, ma in realtà se si seguono i giusti accorgimenti con una certa regolarità, vi assicuro che non lo è.

Dalla potatura alla corretta annaffiatura, dalla concimazione all’esposizione, ecco quali sono le cure necessarie da dedicare a questa pianta tropicale molto diffusa nelle nostre case.

La giusta esposizione

L’orchidea è una pianta che ama la luce diffusa, perciò è assolutamente da vietare l’esposizione diretta ai raggi solari. L’orchidea deve stare al riparo dalle correnti d’aria e lontano dai riscaldamenti interni per evitare di seccare le radici. Posizionatela in una stanza soleggiata esposta a sud, sud-ovest o sud-est sopra il davanzale di una finestra schermata da una tenda.

Terriccio e concime

Nella fase vegetativa, ossia quando l’orchidea mostra prima le foglie e poi i fiori, è bene sostenerla con un nutrimento specifico, come ad esempio un fertilizzante naturale in fiala pronto all’uso.
Il concime è importante anche quando l’orchidea ha difficoltà a rifiorire.
Per quanto riguarda il terreno invece, serve ricreare nel vaso l’habitat delle orchidee adoperando alcuni sassi e legnetti, foglie e torba.

Orchidee

La temperatura

La temperatura ideale per coltivare un’orchidea in casa non deve mai essere inferiore ai 18 C° né superiore ai 28 C°. Del resto parliamo di una pianta di origine tropicale, quindi per crescere bene richiede un clima mite e caldo.

L’annaffiatura dell’orchidea

L’orchidea non ha bisogno di essere annaffiata troppo, ma poco e spesso altrimenti le radici rischiano di marcire. Indicativamente si considera una volta a settimana nella stagione calda e una o due volte al mese nei mesi più freddi. Sta di fatto che per capire quando gli occorre l’acqua basta infilare un dito nel terriccio e se risulta secco significa che occorre acqua.
Ad ogni modo le orchidee non vanno annaffiate come di solito si fa per le altre piante. Serve procurasi un nebulizzatore per spruzzare l’acqua (l’ideale sarebbe usare acqua piovana in quanto l’acqua del rubinetto contiene cloro, elemento che le orchidee odiano!) direttamente sulla pianta. Umidificate non solo le radici, ma anche lo stelo, i fiori e le foglie. La pianta apprezzerà queste premure.
Se la vostra orchidea è sistemata in un vaso di plastica forato, potete immergerla a bagnomaria in un contenitore con acqua a temperatura ambiente affinché il terreno si inumidisca quanto basta.

La potatura

Innanzitutto procuratevi delle forbici sottili da giardinaggio lavate e disinfettate e poi procedete alla potatura al termine della fioritura della pianta. Recidete le parti secche degli steli applicando un taglio netto e preciso. Oppure un'altra tecnica è quella di rimuovere completamente le foglie e i fiori appassiti, quest'ultimi tagliandoli dal peduncolo.

Orchidee

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

martedì 15 ottobre 2019

Zucca al forno, la ricetta per un contorno autunnale sfizioso

La zucca al forno è un contorno davvero semplice e veloce da preparare e immancabile sulle tavole nel periodo autunnale. In autunno infatti, la zucca è uno degli ortaggi simbolo della stagione, ottima sia per preparazioni dolci che salate.

Zucca al forno con buccia

Con la sua polpa color arancio e i suoi aromi delicati, la zucca piace molto anche ai bambini. E quindi, perché non farsi aiutare anche da loro a fare la zucca al forno in casa?

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: 30 minuti circa.

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 900 g di zucca Delica ***
  • olio extravergine di oliva
  • 1 o 2 spicchi d'aglio
  • 1 mazzetto di rosmarino
  • 1 mazzetto di timo
  • sale fino
  • pepe nero
*** La zucca Delica è una tipologia di zucca appiattita e di forma tondeggiante. Ha la buccia verde scuro con scanalature chiare ed è polposa e dolce. 

Procedimento per fare la zucca al forno:

Lavate esternamente la zucca, asciugatela, tagliatela a metà e poi dividetela ancora in due fino ad ottenere 4 sezioni di zucca.
Con un cucchiaio eliminate i semi e i filamenti interni e poi affettate la zucca a fette spesse circa ½ cm.

Zucca al forno con buccia step preparazione

Zucca al forno con buccia step preparazione

Zucca al forno con buccia step preparazione

Adagiatele sulla teglia da forno precedentemente foderata con la carta forno, aggiungete 2 spicchi d'aglio in camicia schiacciato, un filo d'olio e condite aggiungendo il rosmarino tritato, il timo sgranato, un pizzico di sale e di pepe nero.
Fate cuocere la zucca nel forno caldo a 180°C per 30 minuti circa.
Infine sfornatela, servitela subito quando è ancora calda e se necessario aggiungete un po' di olio a crudo.

Zucca al forno con buccia

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

giovedì 10 ottobre 2019

Torta con farina di castagne e gocce di cioccolato

La torta con farina di castagne e gocce di cioccolato è un morbido dolce perfetto per le colazioni autunnali, ottimo se inzuppato nel latte caldo o servito per accompagnare una tazza di caffè.

Torta con farina di castagne e gocce di cioccolato

Difficoltà: facile
Tempo di preparazione: 8-10 minuti.
Tempo di cottura: 30 minuti circa.

Ingredienti per uno stampo circolare diametro 20 cm:

  • 1 uovo intero a temperatura ambiente
  • 80 g di zucchero semolato
  • 1 bustina di semi di vaniglia Bourbon
  • 70 ml di olio di semi
  • 70 ml di latte vaccino
  • 100 g di farina di castagne
  • 50 g di fecola di patate
  • 60 g farina di farro integrale 
  • 1 bustina di lievito in polvere per dolci
  • gocce al cioccolato fondente q.b.

Procedimento per realizzare la torta:

Accendete il forno a 180°C in modalità statico e foderate lo stampo con la carta forno.
In una ciotola lavorate con la frusta l'uovo, lo zucchero e i semi di vaniglia fino ad ottenere un composto spumoso e gonfio.
Aggiungete gradualmente l'olio di semi e il latte e poi sempre mescolando combinate anche le varie farine con la fecola di patate e il lievito in polvere.
Dopodiché mescolate per bene per ottenere un impasto liscio, versatelo nello stampo, cospargete un po' di zucchero e poi una manciata abbondante di gocce di cioccolato fondente.
Infine mettete lo stampo nella parte centrale del forno e fate cuocere la torta per circa una trentina di minuti.
Sfornatela e fatela raffreddare per bene prima di servirla. Valida la prova stecchino per verificare che la cottura sia ottimale.
Questa torta si conserva perfettamente per 3-4 giorni sotto una campana di vetro o sigillata con la pellicola per alimenti.

Varianti e consigli:

  • Al posto della farina di farro integrale, per rendere il dolce ancora più rustico, adoperate la farina di nocciole.
  • Se siete intolleranti al lattosio, sostituite il latte vaccino con una bevanda vegetale a base di mandorle o riso.
  • Per insaporire la torta con farina di castagne, potete anche aggiungere all'impasto un po' di rum.
Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

mercoledì 9 ottobre 2019

Dimmi che fiore ti piace e ti dirò chi sei


Sarà per il fatto che sono incantevoli, profumati e delicati, perché diffondono buon umore o perché sono il simbolo del romanticismo per eccellenza. Per noi donne i fiori sono speciali e che si tratti di un semplice mazzolino di fiori di campo o di un elegante mazzo di rose rosse, poco importa: noi donne li amiamo e riceverli - ma anche donarli ad una cara amica, perché no? - è sempre un piacere.

Dimmi che fiore ti piace e ti dirò chi sei

Ognuna di noi donne ha sicuramente il proprio fiore preferito e la predilezione di un fiore rispetto a un altro può evidenziare delle particolarità che riguardano il carattere e il proprio modo di essere. Un po’ come avviene con i colori o con i profumi, grazie alla florigrafia si elaborarono dei codici di significato per ogni fiore, dando vita al “linguaggio dei fiori”.

Dimmi che fiore ti piace e ti dirò chi sei

Che ognuna di noi ha abbia il suo fiore preferito è certo, ma in pochi sanno che c’è sempre un motivo dietro questa preferenza.
Ogni fiore rispecchia un carattere, una personalità umana e un temperamento e in base al fiore scelto vi verrà svelato qualcosa sulla vostra personalità. Dai un'occhiata alla lista sotto, dimmi che fiore ti piace e ti dirò chi sei.

La Rosa

Considerata la regina dei fiori, la rosa rappresenta la femminilità ed è legata al pianeta Venere. È il fiore dell’innamoramento e della passione, amato dalle persone riguardose con una personalità decisa, che sanno bene ciò che vogliono e soprattutto ciò che è loro.

Il Tulipano

La persona che ama questo fiore è dolce e premurosa, grande amante dei viaggi. 
Essendo presente in tantissime gradazioni di colore, il tulipano viene associato ad una personalità variegata e curiosa.

Il Girasole

Il girasole è sicuramente un fiore gioioso e solare molto amato dalle persone allegre, calde ed espansive. È una pianta che si associa alle persone con una grande forza di volontà e molto vanitose, che amano le situazioni chiare e i rapporti senza complicazioni.
 

L’Orchidea

Proprio perché si tratta di un fiore elegante, si dice che chi ami l’orchidea sia una persona sensuale, fine e sofisticata. Non si tratta di persone superficiali, ma anzi è un fiore tropicale che si accomuna a coloro che sono intelligenti e spigliati e tengono davvero all’amicizia.

La Peonia

Definita “la rosa senza spine”, la peonia simboleggia salute, carattere, stile e forte personalità. Se ami questo esemplare, significa che sei una persona dolce, sensibile e  gentile.

La Margherita

Secondo la tradizione la margherita è il fiore che simboleggia la purezza e la semplicità.
Le persone che la scelgono sono semplici, rilassate e piacevoli, sempre pronte al riso e circondate da tanti amici.

Il Narciso

Simbolo di fierezza, bellezza, rinascita e vanità, il narciso è il fiore che rappresenta le persone ambiziose e sicure di sé, sempre alla ricerca della buona fortuna.

Dimmi che fiore ti piace e ti dirò chi sei

E se vuoi regalare dei fiori ma il tempo ti manca, scegli di ordinarli online

Fra una settimana la tua migliore amica compie gli anni e lei adora alla follia i fiori? La tua ex collega romana è diventata mamma ma tu sei fuori città per un convegno per 2 settimane? Tra lavoro, figli, casa, fornelli accesi e faccende varie non hai proprio il tempo di girare a fiorerie?

Non è certo il caso di allarmarsi o di dover trovare un regalo diverso, perché puoi usufuire dei servizi online che si occupano di spedire fiori online in pochissimo tempo attraverso un servizio rapido e a basso costo che ti farà risparmiare tempo, fatica e denaro. Grazie ad internet e semplicemente facendo l’ordine dal pc comodamente da casa tua riuscirai a far recapitare degli spendidi fiori a domicilio in ogni parte d'Italia.
Se ad esempio, hai la necessità di affidarti ad un servizio sicuro e veloce per la consegna fiori a domicilio a roma, Flora Queen è l'azienda che fa per te, leader nel mondo per la consegna di fiori.

“Un fiore è breve, ma la gioia che dona in un minuto è una di quelle cose che non hanno un inizio o una fine.”
- Paul Claudel -

Francesca Maria
♥♥♥

SHARE:

sabato 5 ottobre 2019

Plumcake allo yogurt e marmellata senza uova

Il plumcake allo yogurt e marmellata senza uova è il dolce perfetto per le colazioni, da accompagnare con una tazza di latte caldo per i bambini e una tazzina di caffè per i più grandicelli.

Plumcake allo yogurt e marmellata senza uova

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: 35 minuti.

Ingredienti per uno stampo da plumcake da 20 cm:

  • 1 vasetto di yogurt bianco da 250 g
  • 50 ml di olio di semi
  • ½ bustina di lievito in polvere per dolci
  • 60 g di zucchero di canna grezzo
  • 70 ml di latte
  • 100 g di farina di riso
  • 100 g di farina integrale
  • 40 g di fecola di patate
  • confettura di albicocche bio Boschetti 1891
  • una manciata di mandorle a lamelle

Procedimento per realizzare il plumcake:

Accendete il forno in modalità statico a 175°C e rivestite il fondo dello stampo da plumcake con la carta forno.
In una ciotola versate lo zucchero di canna grezzo, le farine, la fecola e il lievito in polvere e mescolate con un cucchiaio.





Poi proseguite aggiungendo lo yogurt bianco, l'olio di semi e il latte e amalgamate tra di loro gli ingredienti per formare un impasto senza grumi e liscio (potete adoperare le fruste elettriche o la frusta a mano).
A questo punto versate il composto ottenuto nello stampo, aggiungete qualche cucchiaiata di marmellata, spolverizzate un po' di zucchero di canna e una manciata di mandorle a lamelle e poi infornate.
Lasciate cuocere il plumcake per circa 35-40 minuti (fate la prova stecchino per accertarvi della cottura).
Sfornate e lasciate intiepidire almeno 1 ora prima di affettare il plumcake.

Plumcake allo yogurt e marmellata senza uova

Consigli e varianti del plumcake:

  • Per dare ancora più gusto al plumcake, potete utilizzare uno yogurt alla frutta al posto di quello bianco.
  • Potete arricchire l'impasto anche con della scorza di limone o di arancia grattugiata o aggiungendo dei pezzetti di albicocche disidratate.
Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

martedì 1 ottobre 2019

Torta nocciole e amaretti

La torta nocciole e amaretti è un dolce perfetto per accompagnare il tè caldo in questi primi giorni d'autunno. L'unione delle nocciole e degli amaretti rende questa torta davvero gustosa e le dona un sapore unico!



Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: 35 minuti.

Ingredienti per la torta nocciole e amaretti:

  • 100 g di nocciole
  • 100 g di biscotti tipo amaretti
  • 70 g di burro morbido
  • 80 g zucchero di canna
  • 2 uova intere a temperatura ambiente
  • 5 cucchiai di farina 00
  • 4 cucchiai di acqua
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
  • 1 limone biologico
  • zucchero a velo (opzionale)

Preparazione della torta:

Tritate le nocciole e gli amaretti finemente con il mixer.
In una ciotola mescolate il burro morbido con lo zucchero di canna utilizzando le fruste elettriche.






Poi aggiungete le 2 uova intere a temperatura ambiente, 5 cucchiai di farina 00, il lievito, la scorza grattugiata del limone e 4 cucchiai di acqua.
Mescolate il tutto e infine unite anche il mix tritato di nocciole e amaretti.
Amalgamate per bene il composto per ottenere una miscela omogenea e senza grumi.
Versate il composto in una teglia diametro 20 cm rivestita di carta forno oppure precedentemente imburrata e infarinata.
Mettete il dolce nel forno preriscaldato a 175°C e fatelo cuocere per 35-40 minuti (nell'incertezza è sempre valida la prova stecchino).
A cottura terminata, fate raffreddare la torta e poi spolverizzatela con lo zucchero a velo (quest'ultimo passaggio è opzionale).
Conservatela per 4-5 giorni sotto una campana di vetro a temperatura ambiente.

Torta nocciole e amaretti

Varianti e consigli:

  • Se non avete a disposizione le nocciole, potete sostituirle con le mandorle o i gherigli di noce.
  • E' possibile sostituire nell'impasto il burro e utilizzare l'olio di semi.
  • Per rendere questa torta ancora più golosa, aggiungete una manciata di gocce di cioccolato fondente.
  • Se gradite dare un sapore ancora più intenso alla torta, aggiungete mezza fialetta di aroma al rum.

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:
© Breakfast at Tiffany's di Francesca Maria Battilana
Blog Design by pipdig