Follow


I POST PIU' LETTI

mercoledì 25 novembre 2020

Saltare la corda: quali sono i benefici

Allenarsi con la corda non è più cosa solo per pugili.
Oggi moltissime star e modelle saltano la corda per mantenersi in forma perché si tratta a tutti gli effetti di un perfetto allenamento per bruciare i grassi.
Praticando il salto alla corda con costanza, riuscirete a mantenervi in forma e in salute.

Ma quali sono i benefici del salto con la corda?

Il salto con la corda (o skipping rope) è un esercizio dall’efficacia garantita e un'attività motoria di tutto rispetto. Veloce e possibile da effettuare praticamente ovunque, per eseguire questo esercizio serve solamente una corda per saltare.
Per chi pratica sport da combattimento come il pugilato è infatti un esercizio immancabile nella fase di riscaldamento (Muhammad Ali e Mike Tyson sono diventati grandi anche grazie ai benefici derivanti dall’uso di questo attrezzo). Ma non solo. Il salto con corda è sempre più presente anche nelle palestre, nei bootcamp all’aperto e nei programmi di workout a casa.

Tonifica i muscoli del corpo

Saltare la corda permette di tonificare la parte bassa e la parte alta del corpo, ma anche gli addominali e la muscolatura della schiena.
Mentre il movimento di rotazione della corda sollecita uno sforzo delle braccia, delle spalle e dei pettorali, la ripetizione dei salti fa lavorare la parte inferiore del corpo (in particolare quadricipiti, polpacci e glutei).

Il salto con la corda aiuta a bruciare calorie

Questo esercizio prevalentemente aerobico è un grande alleato per perdere peso essendo in tutto e per tutto un allenamento ad alta intensità. Il consumo calorico è legato a diversi fattori quali sesso, età, sesso e peso, così come al ritmo e alla tensione generale del corpo. Pertanto si può dire che in linea di massima in 10 minuti di esercizio con la corda si consumano circa 150 calorie.

Aiuta a scaricare lo stress

Il salto della corda consente di scaricare lo stress in quanto le endorfine che si liberano mentre si svolge questo esercizio aiutano a rilassarsi, alleviando così stress agitazione.

Migliora la circolazione sanguigna

Saltare la corda influisce positivamente sul sistema circolatorio.
E’ ottimo quindi anche per combattere cellulite e ritenzione idrica.

Permette di migliorare la resistenza fisica

Saltare la corda migliora la resistenza muscolare grazie al fatto che tutti i muscoli sono in funzione contemporaneamente durante l’allenamento.

Migliora la coordinazione e l’equilibrio

Nelle palestre si ricorre spesso a macchine che stimolino la coordinazione muscolare. Ma anche il salto con la corda è un ottimo esercizio (tra l’altro economico e per nulla ingombrante al contrario di un macchinario da palestra) che permette di migliorare equilibrio e coordinazione, in quanto serve concentrarsi per mantenere il movimento ed il corpo costantemente in equilibrio durante i salti.

Quali sono le controindicazioni del salto con la corda

Nonostante saltare la corda apporti numerosi benefici, ci sono dei casi in cui questo esercizio è sconsigliato. Soggetti che hanno problemi di ernia discale, problemi articolari alle ginocchia, tendiniti o problemi a legamenti, articolazioni e cartilagini.
Ma anche quella categoria di persone che soffrono di malattie cardiache o respiratorie.

Altri consigli

  • Prima di iniziare a saltare con la corda, dedicate almeno 5 minuti al riscaldamento e, a fine allenamento, allungate e sciogliete i muscoli.
  • È sconsigliabile saltare la corda su moquette, erba, cemento o asfalto (ottimo invece un  tappetino antiurto da allenamento).
  • Ai principianti si consiglia di utilizzare una corda in plastica leggera e sottile.
  • Non saltate la corda a piedi nudi ma utilizzate delle scarpe da cross-training o che comunque consentano una buona ammortizzazione del piede durante l'esecuzione dell'esercizio.


Ma come si salta la corda correttamente?

Per chi è alle prime armi un buon consiglio è quello di saltare inizialmente senza la corda e sul posto.
Poi appena acquisita la tecnica di saltello, si potrà procedere con la corda. 
Con una buona tecnica e la posizione corretta per saltare la corda, diventerete esperti in un attimo!
Serve tenere le braccia vicine al corpo, con le spalle e gli avambracci fermi in posizione.
Per saltare e darsi la spinta bisogna utilizzare la punta dei piedi e mai i talloni e per girare la corda serve utilizzare i polsi e non le braccia.
Inoltre durante il salto i piedi vanno tenuti paralleli, le gambe unite o anche divaricate ad ampiezza bacino e leggermente flesse per non sollecitare negativamente la schiena.
Aumentate il ritmo dei salti man mano che vi allenate: iniziate con 20 secondi di saltelli per poi passare con la giusta pratica a 1, 2, 3 minuti di esercizio continuo-.


Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

domenica 22 novembre 2020

Torta di cachi

La torta di cachi è un dolce casalingo che si realizza adoperando uno dei tipici frutti autunnali ricchi di proprietà benefiche per la salute.




Morbido e gustoso, il dolce con i cachi è perfetto da gustare a colazione o per merenda durante il periodo autunnale.
La preparazione di questa torta morbida e gustosa è molto semplice e veloce. Oltre ai classici ingredienti come farina, zucchero e lievito ma senza burro, l'elemento che ne caratterizza il sapore è proprio il cachi.


Difficoltà: molto facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: 30 minuti.

Ingredienti per uno stampo diametro 18-20 cm

  • 2 cachi maturi
  • 2 uova intere
  • 60 g di zucchero di canna grezzo biologico
  • 1 cucchiaio di rhum
  • 1 tazzina di latte
  • 100 g di farina 00
  • 50 g di farina di mais
  • 30 g di fecola di patate
  • ½ bustina di lievito in polvere per dolci
  • zucchero a velo q.b.

Preparazione della torta di cachi

Sbucciate i 2 cachi, riducete a pezzettini la loro polpa e mettete da parte.
Successivamente accendete il forno in modalità statico a 180°C e foderate lo stampo circolare con la carta forno.






Poi proseguite la preparazione lavorando con lo sbattitore elettrico le 2 uova intere con lo zucchero di canna fino ad ottenere un composto spumoso.
Unite il rhum e il latte, le 3 farine setacciate con il lievito e la fecola e infine la polpa dei 2 cachi.
Lavorate l'impasto in modo da combinare bene gli ingredienti fra di loro e poi versatelo nello stampo.


 



A questo punto mettete il dolce nel forno ormai caldo e fate cuocere la torta di cachi per 30 minuti minuti.
Sfornate la torta al termine della cottura (se avete dubbi è valida la prova stecchino) e fatela raffreddare almeno 15 minuti prima di toglierla dallo stampo.
Terminate la preparazione del dolce decorando la superficie con una spolverata di zucchero a velo.



Questa torta ai cachi si conserva a temperatura ambiente (sotto una campana di vetro) per 2-3 giorni.
Se volete rendere questo dolce ancora più goloso, aggiungete una manciata di gocce di cioccolato nell'impasto.
Dato che il cachi non perfettamente maturo ha un sapore astringente (tra l'amaro e l'aspro) al palato, è importante che per realizzare questo dolce scegliate solo cachi ben maturi.

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

sabato 21 novembre 2020

Fondi del caffè, 5 modi per riutilizzarli in casa

L’Italia è la patria per eccellenza del caffè, e sono veramente poche le persone che non se ne concedono almeno una tazzina al giorno. 
Sorseggiare del buon caffè significa spezzare una mattinata di intenso lavoro, concludere nel migliore dei modi un buon pranzo oppure concedersi un momento di puro relax durante il pomeriggio.
Ai tanti caffè consumati corrispondono altrettanti fondi, che nella quasi totalità dei casi finiscono per essere buttati nel secchio della spazzatura o nel contenitore dell’organico. 
Lo sapevi che questi fondi, invece, possono essere usati in casa per risolvere dei piccoli problemi a costo zero?
In questo articolo vedremo 5 modi per riutilizzare i fondi del caffè, ma non prima di rispondere a una domanda fondamentale.

Come recuperare i fondi del caffè?

Se in gran parte delle case ormai troviamo delle macchinette da caffè più o meno complesse, sia per le cialde che per le capsule compatibili del caffè Borbone e di altre prestigiose aziende, c’è ancora una cospicua percentuale di italiani che preferiscono la vecchia e tradizionale moka.
Recuperare i fondi dei caffè da una moka è semplice e non ha bisogno di spiegazioni. Più complicata può essere l’operazione con le capsule: in questo caso sarà necessario munirsi di un coltello o un altro oggetto appuntito, e con molta attenzione aprire le capsule stesse per far uscire le polveri dei fondi.
Nel caso delle cialde, invece, basterà strappare il sottile velo di carta, tra l’altro divenuto ancor più fragile dopo aver fatto il caffè.
Detto ciò, vediamo finalmente 5 utili funzioni dei fondi del caffè.

Deodorante naturale nel frigo

Se vuoi eliminare i cattivi odori che spesso si creano all’interno del frigorifero, sarà sufficiente versare un po’ di fondi all’interno di un piccolo contenitore aperto, per poi riporlo nel frigo stesso. 
Basteranno appena due giorni per eliminare ogni cattivo odore.

Prodotto per pulire le superfici di casa

Tra le innumerevoli destinazioni d’uso dei fondi del caffè, c’è quella che riguarda la pulizia della casa. Se le superfici da pulire non sono molto sporche, basterà utilizzare la polvere del caffè. 
Per rimuovere lo sporco più ostinato, invece, dovrai aggiungere un po’ di sapone liquido e otterrai degli ottimi risultati!

Concime naturale per le tue piante

Forse quello di utilizzare i fondi del caffè a mo’ di concime naturale non è poi tanto un segreto, visto che molte persone recuperano regolarmente gli scarti per nutrire le piante da balcone. 
Non tutti sanno, però, che queste polveri contribuiscono a rendere acido il terreno: la condizione ideale per alcune specie di fiori come le rose e le camelie, oltre che per far crescere rigogliosi i sempreverdi.

Deterrente per le formiche

Se rispetti il mondo animale, comprese le minuscole ma talvolta fastidiose formiche, sappi che con i fondi del caffè le puoi allontanare da casa ed evitare gli insetticidi chimici che si trovano in vendita. 
Per ottenere questo risultato basterà riporre un po’ di polvere dei fondi laddove le formiche normalmente transitano, oppure in prossimità di porte e finestre.

Prodotto per combattere la cellulite

Te lo saresti mai aspettato? I fondi del caffè, prima di essere destinati al compostaggio (tra l’altro molto utile, se hai un giardino!), possono diventare dei validi alleati per ridurre gli inestetismi della cellulite. Per ottenere il massimo risultato, tuttavia, sarà necessario mescolare le polveri del caffè con un po’ di zucchero di canna e dell’olio di cocco.

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

martedì 17 novembre 2020

La ricetta della torta furba con i Pan di stelle

La torta furba con i Pan di stelle è un dolce facilissimo e velocissimo da fare, che si prepara senza adoperare farina, uova e burro.

La ricetta della torta furba con i Pan di stelle

Questa torta si prepara adoperando solo 3 ingredienti: i biscotti Pan di stelle, il latte e il lievito. 
Un dolce davvero semplice da fare, ideale per una colazione allegra e una merenda golosa.

La ricetta della torta furba con i Pan di stelle

Difficoltà: molto facile.
Tempo di preparazione: 5 minuti.
Tempo di cottura cottura: 30-35 minuti.

Ingredienti per realizzare la torta

  • 400 g di biscotti Pan di stelle
  • 400 ml di latte
  • ½ bustina di lievito in polvere (8 g)

Procedimento per realizzare la torta

Accendete il forno a 180°C in modalità statico e foderate la tortiera con la carta forno (io ho adoperato una tortiera circolare diametro 20 cm).
Poi prendete i biscotti Pan di stelle e tritateli finemente fino ad ottenere una consistenza farinosa.
Mettete i biscotti tritati in una ciotola, aggiungete il lievito e mescolate.
Di seguito versate a filo il latte e lavorate il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
 
La ricetta della torta furba con i Pan di stelle step 1

La ricetta della torta furba con i Pan di stelle step 2

La ricetta della torta furba con i Pan di stelle step 3

La ricetta della torta furba con i Pan di stelle step 4

La ricetta della torta furba con i Pan di stelle step 5
 
Versate il composto ottenuto nella tortiera e mettete la torta nel forno caldo.
La torta si cuoce in 30-35 minuti.
Al termine della cottura, togliete la torta dal forno, fatela raffreddare completamente prima di rimuoverla dallo stampo e se volete decoratela con una spolverata di zucchero a velo.

La ricetta della torta furba con i Pan di stelle

La ricetta della torta furba con i Pan di stelle

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

domenica 15 novembre 2020

Cantucci al cioccolato

I cantucci al cioccolato sono una variante dei classici cantucci toscani alle mandorle, conosciuti e apprezzati ormai in tutto il mondo.

Cantucci al cioccolato

Questi biscotti sono abbastanza facili da fare. 
La loro particolarità sta nella fase di cottura in quanto prima si cucinano a filoncini e poi si rimettono nuovamente in forno affettati per renderli ancora più croccanti e dorati.

Cantucci al cioccolato

Difficoltà: media.
Tempo di preparazione: 20 minuti.
Tempo di cottura cottura: 30-35 minuti.

Ingredienti per 40-50 cantucci al cioccolato

  • 500 g di farina 00
  • 100 g di zucchero granulato
  • ½ cucchiaino di lievito in polvere
  • un pizzico di sale fino
  • 130 g burro
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 3 uova intere
  • 90 g di cioccolato fondente o al latte

Preparazione dei cantucci al cioccolato

Iniziate la preparazione tritando il cioccolato fondente.
Di seguito disponete a fontana la farina 00 e poi versateci al centro lo zucchero bianco, il lievito in polvere, un pizzico di sale fino e il burro sciolto.
Mescolate velocemente con un cucchiaio e poi aggiungete anche le 3 uova intere e l'estratto di vaniglia e iniziate ad impastare il tutto.
Successivamente combinate anche il cioccolato tritato finemente (in alternativa vanno benissimo anche le gocce di cioccolato).
 
Cantucci al cioccolato step 1

Cantucci al cioccolato step 2

Cantucci al cioccolato step 3

Cantucci al cioccolato step 4

Cantucci al cioccolato step 5

Formate una palla di impasto che poi andrà divisa in 4 filoncini di circa 4 cm di spessore da posizionare sulla placca rivestita con la carta forno. 
I filoncini andranno posizionati distanziati l'uno dall'altro perché durante la cottura aumenteranno leggermente di volume.

Cantucci al cioccolato step 6

Cantucci al cioccolato step 7 

Cantucci al cioccolato step 8

Cantucci al cioccolato step 9
 
Cuocete i cantucci al cioccolato nel forno già caldo a 190°C per circa 20-25 minuti.
Poi sfornate e lasciateli intiepidire un paio di minuti, dopodiché procedete ad affettare i filoncini di sbieco per ottenere dei cantucci di circa 1 cm di spessore. 
Rimettete i biscotti affettati sulla leccarda e ripassateli in forno per altri 10 minuti a 180°C in modo da renderli belli dorati e croccanti.
Sfornateli e lasciateli raffreddare completamente prima di servirli.

I cantucci al cioccolato si conservano a lungo se conservati in una scatola di latta per biscotti, quindi sicuramente dei dolcetti perfetti da preparare e da regalare a Natale.

Cantucci al cioccolato

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

venerdì 13 novembre 2020

Muffin al miele

I muffin al miele sono dei dolcetti monoporzione molto semplici da fare in casa, realizzati con classici ingredienti come uova, olio, zucchero e farina ma con l'aggiunta di un ingrediente straordinario a base di nettare di fiori prodotto dalle api: il miele.


Ideali per una colazione sana e genuina, questi muffin al miele si preparano davvero con grande facilità.

Difficoltà: molto facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura cottura: 20 minuti.

Ingredienti per 12 muffin

  • 2 uova
  • 90 ml di olio
  • 100 ml di miele ***
  • 200 ml di latte
  • 40 g di zucchero di canna
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere per dolci
  • 180 g di farina 00
  • 80 g di farina di riso

Preparazione dei muffin al miele

Accendete il forno a 180°C e imburrate i pirottini per i muffin.
In una ciotola unite lo zucchero con il lievito e le due farine. 
Mescolate con un cucchiaio, dopodiché in una seconda terrina lavorate le 2 uova con l'olio di semi, il latte e il miele.
 




Versate il composto nella ciotola degli ingredienti secchi e amalgamate il tutto velocemente.
Distribuite l'impasto nei pirottini riempiendoli per 2/3 della loro capienza e infornateli nel forno ormai ben caldo.
Cuocete i muffin al miele per 20 minuti (fate la prova stecchino per accertarvi che i muffin siano effettivamente cotti all'interno).
Sfornate, lasciate raffreddare per bene e poi servite.

*** potete usare il tipo di miele che preferite.

Potete conservare i muffin al miele per 2-3 massimo a temperatura ambiente, sotto una campana di vetro per dolci.


Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:
© Breakfast at Tiffany's di Francesca Maria Battilana
Blog Design by pipdig