Follow


I POST PIU' LETTI

giovedì 22 ottobre 2020

Biscotti alle 5 farine

I biscotti alle 5 farine sono dei deliziosi biscotti a base di pasta frolla realizzata adoperando 5 diverse farine.

Biscotti alle 5 farine

Biscotti alle 5 farine

Questi biscotti così friabili e profumati sono ottimi a colazione, per merenda o da servire con un tè caldo.

Difficoltà: media.
Tempo di preparazione: 12-15 minuti.
Tempo di cottura: 20 minuti. 

Ingredienti per una ventina di biscotti

  • 150 g di farina 00
  • 100 g di farina di riso
  • 100 g di fecola di patate
  • 100 g di farina di mais finissima
  • 50 g di farina di cocco
  • 100 g di burro
  • 50 ml di olio di semi
  • 2 cucchiai di acqua
  • 70 g di zucchero semolato
  • 1 uovo intero

Preparazione dei biscotti alle 5 farine

Accendete il forno in modalità statico a 180°C.
Poi in una ciotola mescolate tutte le farina assieme e lo zucchero semolato.
Di seguito combinate anche il burro sciolto, l'olio di semi, l'acqua e l'uovo intero e iniziate ad impastare il tutto a mano, senza però lavorare eccessivamente l'impasto.

Biscotti alle 5 farine step 1

Biscotti alle 5 farine step 2

Formate un panetto omogeneo e con le mani sporche di farina iniziate a prelevare delle quantità di impasto grandi circa come 1 grossa noce.

Biscotti alle 5 farine step 3

Biscotti alle 5 farine step 5

Biscotti alle 5 farine step 6

Schiacciatele tra i palmi delle mani e adagiatele sulla leccarda rivestita con la carta forno.
Mettete i biscotti nel forno caldo e fateli cuocere per 20 minuti.
Una volta cotti, toglieteli dal forno, fateli raffreddare e se volete spolverizzateli con lo zucchero a velo.

Biscotti alle 5 farine

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

martedì 13 ottobre 2020

La ricetta della torta Maddalena

La torta Maddalena è un dolce casalingo semplice e facile da preparare. 
Si tratta di una via di mezzo tra un Pan di spagna e la torta Margherita, realizzata con classici ingredienti come uova, burro, zucchero, farina e fecola ma senza nessun agente lievitante.
 
La ricetta della torta Maddalena

Si tratta di una torta molto amata per la sua genuinità e semplicità, ideale da essere servita con un tè caldo o con un buon caffè, sia a colazione che a merenda.

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 12-15 minuti.
Tempo di cottura: 30-35 minuti.

Ingredienti

  • 4 uova intere
  • 120 g di zucchero
  • 80 g di farina 00
  • 40 g di burro fuso
  • 40 g di fecola di patate
  • un pizzico di sale fino
  • zucchero a velo (facoltativo)

Procedimento per realizzare la torta Maddalena

Sistemate una ciotola (resistente al fuoco) all'interno di un pentolino con all'interno un po' d'acqua messo sopra la fiamma molto bassa del fornello e montate le 4 uova con i 120 g di zucchero semolato utilizzando le fruste elettriche.

La ricetta della torta Maddalena step 1

La ricetta della torta Maddalena step 2

Ottenuto un bel composto spumoso e soffice di volume triplicato (è essenziale incorporare aria nell'impasto essendo senza lievito), togliete la ciotola di uova dal pentolino e continuate a montare con le fruste elettriche finché il composto non si sarà raffreddato.
A questo punto potete aggiungere il burro fuso, la farina setacciata con la fecola, un pizzico di sale fino, mescolando il tutto dal basso verso l'alto per non smontare il tutto.

La ricetta della torta Maddalena step 3

Versate il composto in una tortiera da 20-22 cm di diametro imburrato e infarinato e fate cuocere la torta Maddalena a 180°C per 30-35 minuti o fino a che la torta non risulti ben dorata.
Prima di sfornare la torta ricordatevi di fare la prova stecchino per verificare che sia ben cotta.
Lasciate raffreddare il dolce e se volete terminate spolverizzandolo con lo zucchero a velo.

La ricetta della torta Maddalena

La torta Maddalena è un dolce che si presta ad essere servito tale e quale oppure utilizzato come base da farcire.

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

giovedì 8 ottobre 2020

Biscotti di Halloween a forma di zucca

I biscotti di Halloween a forma di zucca sono dei semplicissimi biscotti di pasta frolla da preparare per questa festività che si celebra il 31 Ottobre.

Biscotti di Halloween a forma di zucca

Non facciamoci trovare impreparati e vediamo insieme come si realizzano questi graziosi biscottini a forma di zucca, il simbolo per eccellenza di Halloween.

Difficoltà: media.
Tempo di preparazione: 20 minuti + 30 minuti di riposo per l'impasto.
Tempo di cottura: 20 minuti.

Ingredienti per circa 30 biscotti:

  • 300 g di farina 00
  • 90 g di zucchero semolato
  • 150 g di burro di qualità
  • 1 uovo intero
  • un pizzico di lievito in polvere
  • un pizzico di sale fino
  • 1 cucchiaino di aroma all'arancia o limone
  • farina di mais finissima q.b.

Procedimento per realizzare i biscotti di Halloween

In una ciotola unite assieme la farina 00 con lo zucchero semolato, un pizzico di sale fino, il lievito in polvere e l'aroma all'arancia (o limone).
Mescolate il tutto con un cucchiaio di legno, dopodiché versate il composto su una spianatoia e aggiungete al centro l'uovo e il burro ammorbidito.
A questo punto iniziate a lavorare gli ingredienti con le punta delle dita fino a compattare il tutto e formare una palla di impasto morbida e compatta.
Avvolgete l'impasto nella pellicola trasparente e fatelo riposare in frigo per mezz'ora.
In seguito togliete la frolla dal frigo e stendetela con l'aiuto di un mattarello su un piano infarinato fino ad ottenere una sfoglia spessa circa 4-5 mm.
Prendete lo stampino a forma di zucca e intagliate i biscotti.
Adagiateli su una teglia rivestita con la carta forno, cospargete un po' di farina di mais in superficie e fateli cuocere nel forno già caldo a 180°C per 20 minuti circa o fino a quando saranno ben dorati.

Biscotti di Halloween a forma di zucca

Biscotti di Halloween a forma di zucca

Consigli

  • Per preservare la loro fragranza, conservate i biscotti all'interno di un contenitore di latta per 1 settimana massimo.
  • Se volete potete aggiungere un pizzico di cannella in polvere nell'impasto.
  • Al posto dell'aroma all'arancia o al limone, potete mettere la buccia grattugiata di un limone o di un'arancia bio.
Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

lunedì 5 ottobre 2020

Torta cioccolatina

La torta cioccolatina è un dolce da forno a base di cioccolato che presenta una crosticina esterna croccante e una parte interna morbida e cremosa.

Torta cioccolatina

Torta cioccolatina

Torta cioccolatina

Si tratta di un dolce golosissimo realizzato con tantissima cioccolata e pochissima farina.

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 12-15 minuti.
Tempo di cottura: 35-40 minuti.

Ingredienti per uno stampo diametro 18-20 cm

  • 100 g di burro
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 3 uova intere
  • 50 g di farina 00
  • 90 g di zucchero semolato
  • 6 g di lievito in polvere per dolci
  • zucchero a velo (facoltativo)

Preparazione della torta cioccolatina

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente assieme al burro.
Nel frattempo lavorate con le fruste elettriche i 3 tuorli con lo zucchero bianco fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro. 

Torta cioccolatina step 1

Torta cioccolatina step 2

Torta cioccolatina step 3

Aggiungete al composto di uova la farina 00 setacciata con il lievito e poi il cioccolato sciolto che nel frattempo si sarà raffreddato. 
Infine combinate gli albumi montati a neve, mescolando delicatamente e con movimenti circolari dall’alto verso il basso.

Torta cioccolatina step 4

Torta cioccolatina step 5

Ottenuto un impasto omogeneo e liscio, versatelo nella tortiera precedentemente imburrata e infarinata.
Per ultimo, mettete la torta nel forno già caldo a 180°C e fatelo cuocere per circa 35-40 minuti.

Torta cioccolatina step 6

Torta cioccolatina step 7

Al termine della cottura, togliete il dolce dal forno, fatelo raffreddare e per ultimo spolverizzatelo a piacere con lo zucchero a velo.

Torta cioccolatina

La torta cioccolatina si conserva per diversi giorni sotto una campana di vetro per dolci.
 
Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

sabato 3 ottobre 2020

Avocado: proprietà e benefici di un superfood tropicale

L'avocado è un frutto tropicale chiamato pera dell’alligatore per la sua forma e la sua buccia verde e irregolare e noto scientificamente come Persea americana. Si tratta di un frutto originario del Messico e del Centro America che ha molte proprietà e potenti effetti benefici sulla salute.

Avocado: che cos’è

Gustoso e versatile, l’avocado è il frutto dell’omonimo albero della famiglia Lauracee. Si tratta di un frutto a bacca mono-seme noto per il suo contenuto in vitamine, minerali e altri elementi antiossidanti che lo rendono davvero un super food!
E’ versatile, largamente usato in cucina ma non solo.

Proprietà e benefici dell’avocado

L’avocado ha un profilo nutrizionale davvero unico: pensate che 100 gr di avocado sviluppano circa 160 kcal e la presenza di fibre, grassi buoni, vitamine del gruppo K, vitamina B, potassio, vitamina C e vitamina E, conferiscono all’avocado proprietà davvero eccellenti.

E’ ricco di fibre

L’avocado ha un l’alto contenuto di fibre, forse il frutto che contiene in assoluto la maggior quantità di fibre. 

Ha proprietà antinfiammatorie

Grazie all’azione antinfiammatoria dei suoi flavonoidi e polifenoli, l’avocado aiuta a regolare gli squilibri nei processi infiammatori del corpo.

E’ importante per la salute degli occhi

Assumere avocado permette di migliorare la salute degli occhi grazie alla presenza di zeaxantina e luteina.



Favorisce il dimagrimento

A differenza di quanto si possa pensare, la presenza di grassi all’interno dell’avocado e il fatto che sia molto energetico non significa che faccia ingrassare. Anzi, uno studio ha messo in luce il fatto che  il consumo di avocado riesce a ridurre i depositi di grasso nei tessuti ma anche nel fegato, rendendolo un potente alleato per chi segue diete anti-sovrappeso.
Inoltre, le componenti presenti nel frutto regalano all’organismo senso di sazietà e la funzionalità del metabolismo si accelera, permettendo un miglior assorbimento di grassi e zuccheri.

È d’aiuto nel ridurre il colesterolo cattivo

L’avocado, grazie ai suoi grassi vegetali, riequilibra il livello del colesterolo "cattivo" (LDL) nel sangue e aumenta i livelli di quello buono (HDL).
Ci sono stati studi che hanno messo in evidenza come includere l’avocado in una dieta vegetariana a basso contenuto di grassi abbia portato miglioramenti significativi nel profilo del colesterolo.

Previene il diabete

A patto di non abusarne, fino a 70g di avocado al giorno possono contribuire a tenere sotto controllo i livelli di glicemia nel sangue.

L’avocado è un ottimo alleato per il sangue

L’avocado è ricco anche di vitamina K1, che è coinvolta nell’importante funzione di coagulazione del sangue.

E’ un’ottima fonte di acido folico

Questo frutto è indicato alle donne in gravidanza poiché si tratta di un’ottima fonte di acido folico, di vitamine B e di fibre antistipsi. L'acido folico aiuta a prevenire malformazioni a carico del sistema nervoso, gravi difetti congeniti del cervello e del midollo spinale.

Aiuta a digerire

L’avocado è utile per digerire bene e contrastare la stipsi.
Grazie alle fibre in esso contenute, l’avocado favorisce una miglior salute intestinale.

Controindicazioni dell’avocado

Non ci sono particolari controindicazioni nel consumo di avocado ma devono prestare attenzioni gli individui allergici al lattice che possono manifestare reazioni nei confronti di certi frutti tra cui avocado, banana e kiwi.
Trattandosi di un frutto molto calorico, un consumo eccessivo prolungato nel tempo potrebbe determinare un possibile aumento di peso e causare irritazioni gastrointestinali.

Curiosità sull’avocado

  • Attualmente il massimo produttore ed esportatore di avocado al mondo è il Messico.
  • Esistono diverse qualità di avocado che variano per forma, dimensione, colore, texture della buccia e gusto, ma forse la più popolare e apprezzata è la tipologia Hass.
  • L’avocado veniva chiamato dagli Aztechi ahuacatl, ossia testicolo, perché credevano che avesse proprietà afrodisiache.
  • Il nocciolo dell’avocado è commestibile. Infatti, seccato e triturato, può essere aggiunto a zuppe e centrifugati.
  • Nonostante l’avocado cresca sugli alberi, si tratta di un frutto che matura solamente una volta colto.
  • Il 77% delle calorie in esso contenute provengono dai grassi, rendendolo uno degli alimenti vegetali più grassi esistenti.
N.B. Le informazioni contenute nell’articolo sono di carattere generale e non sostituiscono in nessun caso le indicazioni del proprio medico. 

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

sabato 26 settembre 2020

Come far nascere una pianta di avocado in casa

La prossima volta che vi capita di mangiare un avocado, ricordatevi di non gettar via il nocciolo così potrete sperimentare in casa la coltivazione di un avocado.

Come far nascere una pianta di avocado in casa


Oramai tutti conoscono questo superfood così ricco di antiossidanti e vitamine originario del centro America, ma ancora pochi sanno che conservando il seme dell'avocado è possibile far nascere la pianta di questo frutto.
La procedura è davvero semplice e alla portata di tutti.
Vediamo insieme come si procede per far nascere la piantina di avocado in casa.

Il materiale occorrente
  • 1 seme di avocado
  • 1 bicchiere o barattolo di vetro/plastica
  • 3 stuzzicadenti
  • acqua da rubinetto

Come far germinare il seme di avocado

Per far germogliare il seme dell'avocado serve innanzitutto molta pazienza, perché i primi germogli inizieranno a comparire dopo circa 8-9 settimane.
Dalla parte inferiore del seme emergerà la radice della pianta.

Ecco come procedere.
Estraete il nocciolo dal centro dell'avocado, lavatelo sotto l'acqua corrente per rimuovere i residui della polpa e poi immergetelo in acqua per una notte in maniera che la buccia esterna del seme si ammorbidisca e sia così più facile da togliere.
In realtà non è fondamentale togliere la buccia esterna marrone del seme ma semplicemente è un passaggio che velocizza i tempi di germinazione.





Successivamente prendete 3 stuzzicadenti e infilzateli (ma non superate i 5 mm di profondità) ai lati del seme in modo che fungano da supporto quando poi si procede ad immergere il seme in un bicchiere di vetro trasparente. Assicuratevi che la parte più appuntita - dalla quale crescerà il germoglio - sia rivolta verso l'alto e quella più arrotondata e piatta - da dove usciranno le radici - verso il basso (è importante non posizionare il seme al contrario altrimenti non nascerà la pianta).
Riempite il bicchiere di acqua in modo che la base del nocciolo sia immersa nell'acqua per metà.



A questo punto basta posizionare il bicchiere in un luogo caldo e soleggiato (ad esempio sul davanzale interno di una finestra dove la pianta può ricevere luce e calore) e ricordarsi di cambiare l'acqua almeno 1 volta a settimana per evitare la formazione di funghi e batteri.


Dopo circa un mese comincerete a notare i primi cambiamenti sul nocciolo dell'avocado e dopo circa 8-9 settimane avverrà la germinazione con la formazione di una crepa dalla quale spunterà una radice dalla parte inferiore e la piantina dalla parte superiore.
Quando la piantina arriverà a misurare circa 15 cm di altezza, tagliatela a metà per stimolare un'ulteriore crescita. Quando poi tornerà a misurare nuovamente 15 cm di altezza circa, la piantina è pronta per essere interrata in vaso.

Come interrare il seme di avocado in vaso

Come interrare il seme di avocado in vaso

Quando il seme ha ottenuto il suo germoglio, la fase successiva è il travaso
Quindi rimuovete gli stuzzicandenti dal seme e mettete il seme con le radici e il germoglio in un vaso di terracotta riempito con dei sassolini sul fondo per aiutare il drenaggio e sopra del terriccio ricco di humus (non interrate completamente il seme, ma lasciarte la parte superiore del seme leggermente scoperta).
Ricordatevi di annaffiare spesso la pianta di avocado in quanto il terreno deve rimanere costantemente umido ma se notate la comparsa di foglioline ingiallite significa che la state annaffiando eccessivamente.

Francesca Maria
♥♥♥

SHARE:

lunedì 21 settembre 2020

Comprare cibo online, tutti i vantaggi di un nuovo strumento

Un tempo l’Italia non avrebbe mai potuto immaginare di vendere e acquistare cibo su internet

Il cibo, infatti, per gli italiani è quasi sacro, e la rete sembrava svilire il suo valore.

Tuttavia, negli ultimi sei mesi, complice anche il problema del coronavirus, sempre più famiglie si sono occupate di comprare cibo online, e potrebbero indicare sicuramente i vantaggi legati all’uso di un nuovo strumento.

Per chi fosse ancora scettico in merito alla possibilità di comprare cibo online ecco i principali vantaggi che derivano dall’acquistare gli alimentari su internet.

Comprare cibo online, tutti i vantaggi

Comprare il cibo online può davvero aiutare ad ottenere indubbi vantaggi, e tra questi i principali sono sicuramente i seguenti:

Il risparmio di tempo

Comprare cibo online aiuta a risparmiare tempo. Non ci si deve recare al supermercato, o nei negozi di quartiere, non è necessario neppure uscire di casa o da lavoro.

In moltissimi casi l’acquisto si può effettuare a qualsiasi orario del giorno e della notte, e anche la consegna può essere concordata con il venditore, in modo che si possa conciliare con le proprie esigenze.

Questa scelta, quindi, può arrivare a far risparmiare anche diverse ore alla settimana, un tempo che si potrà impiegare in modo diverso, magari in famiglia o per se stessi.

Una scelta maggiore

Pur recandosi nei grandi supermercati spesso le persone addette alla spesa familiare non trovano tutto il necessario. Questo perché, ovviamente, i punti vendita “fisici” devono fare delle scelte e spesso non hanno sempre la possibilità di approvvigionarsi con tutti i prodotti virtualmente in catalogo.

La spesa online, invece, consente di avere a disposizione una quantità di merci superiori. Questo perché il magazzini dai quali parte la spesa fatta su internet sono spesso diversi rispetto a quelli dai quali si approvvigionano i supermercati veri e propri. 

Così, si potranno sempre avere a disposizione tutti i prodotti necessari per la casa, la cucina e anche dei piccoli sfizi.

Sconti e promozioni

Proprio per il fatto di poter gestire diversamente il magazzino, spesso relativamente alla spesa alimentare, e non solo, online è possibile usufruire di sconti e promozioni.

Un esempio è costituito dalla consegna gratuita, che viene offerta a chi abbia la tessera della catena di negozi o supermercati. Si eviterà di sprecare benzina e, alla fine dell’anno, il risparmio sarà notevole.

Lo stesso accadrà con altre promozioni attivate sui prodotti veri e propri.

Un vantaggio per le aziende

Anche le aziende possono trarre molti vantaggi dalla vendita online del cibo.

Infatti, hanno la possibilità di accedere ad una platea molto più ampia rispetto a quella vicina dal punto di vista chilometrico, e possono anche pubblicizzare in modo più semplice i propri prodotti.

Anche dal punto di vista del costo dei servizi le aziende possono avere molti vantaggi: non si dovranno pagare decine di dipendenti a tempo pieno, ma si potrà regolare il lavoro in modo diverso e più flessibile.

Comprare cibo online, una scelta vincente

Come si può comprendere, quindi, comprare cibo online è una scelta vincente, e diventerà sempre più la norma anche nel nostro Paese.

SHARE:
© Breakfast at Tiffany's di Francesca Maria Battilana
Blog Design by pipdig