Follow


mercoledì 2 settembre 2020

Il tartufo, un alimento perfetto per i vegetariani

Acquistare online i prodotti a base di tartufo, è possibile

Sebbene i tartufi siano molto costosi, ci sono molti altri motivi per mangiarlo. 

Per evitare di spendere grosse fortune ma avere comunque il piacere di gustare questo fungo, è possibile acquistare prodotti a base di tartufo quali il patè tartufo bianco composto dal tartufo bianco italiano, olio di arachidi, sale, aroma.

Il tartufo bianco è disponibile per pochi mesi, ma il patè permette di ricreare dei piatti ricercati per tutto l'anno. Ottimi per degli aperitivi con crostini e bruschette, il patè dona profumo e sapore ad ogni ricetta ma attenzione a non abbinare il tartufo a cibi già molto gustosi perché andrebbero ad alterare il gusto del fungo. 

Il paté di tartufo bianco si può acquistare su appositi store, quali larustichellatruffles.com insieme a tutti gli altri prodotti a base di tartufo.

Scheda nutrizionale del tartufo

Sulle proprietà dei tartufi vi sono state sempre idee discordanti; molti ritengono infatti che il tartufo avrebbe solo la funzione di dare un tocco in più ai piatti, senza alcun valore nutritivo. Ma secondo quanto emerso dagli studi condotti recentemente, i tartufi ed i vari tipi di funghi possono portare una grande quantità di benefici per la salute soprattutto ai vegetariani.

Gli esperti dicono che i tartufi hanno un alto apporto proteico e quindi andrebbero integrati nell’alimentazione quotidiana, merito altresì della quantità di aminoacidi in essi contenuti. Per le persone che non consumano grassi e carboidrati, specialmente i soggetti che seguono certe diete, i tartufi sono consigliati poiché sono una fonte notevole di proteine ed una fonte più moderata di carboidrati, rispetto ad altre verdure il tartufo infatti ne ha una porzione inferiore. L'elemento principale dei tartufi e funghi principalmente sono i carboidrati derivati ​​dal glicogeno e dalla chitina o chiamati anche il fungo cellulosa che è un fautore funzionale della parete cellulare fungina. Il tartufo può essere consumato anche da persone che soffrono di diabete grazie al loro basso valore energetico e basso contenuto di grassi. 

Essendo vegetale, il tartufo è l'ideale per chi non può e non vuole consumare troppi grassi. È privo di colesterolo, questo è probabilmente il più grande vantaggio dei tartufi per la salute. 

Per i soggetti predisposti ad ictus o infarto oppure con familiari affetti da disturbi cardiaci, si consiglia un uso periodico di tartufo: privi di colesterolo aiutano a ridurre i livelli di colesterolo totale.

Photo credit House of Caviar and Fine Foods

I tartufi, le zone principali di provenienza

Tecnicamente, i tartufi sono funghi che non hanno steli e vengono solitamente scoperti sotto terra soprattutto in Europa, comprese varie parti di Italia, Francia, Slovenia e Croazia. 

In Asia, alcune varietà si trovano in Cina insieme al Medio Oriente mentre ci sono anche alcune varietà originarie del Nord Africa. La classificazione delle diverse specie di tartufi si basa principalmente su caratteristiche morfologiche quali forma, dimensione, colore, ornamento del peridio, aspetto della trama, odore e sapore.

Le diverse specie vengono identificate in laboratorio attraverso il riconoscimento delle spore o tramite tecniche di analisi biologiche molecolari.

Nel mondo delle specie fungine ne esistono circa 63 che attualmente sono classificate come tuberi; in Italia sono 25, ma solo 9 sono commestibili e 5 sono i più comunemente commercializzati. 

I tartufi commestibili gourmet più frequenti che vengono impiegati in vari ristoranti includono il tartufo nero francese, il tartufo bianco italiano, il tartufo cinese e il tartufo estivo.

SHARE:

Nessun commento

Posta un commento

Grazie per essere passato di qui.

© Breakfast at Tiffany's di Francesca Maria Battilana
Blog Design by pipdig