Follow


mercoledì 5 agosto 2020

Fiori per Battesimo: quali fiori regalare


Quando nasce un bambino, uno degli eventi certamente più importanti e aspettati sia dai genitori che dai parenti e amici più stretti è certamente quello del rito del battesimo. Quando si partecipa a un battesimo, è buona norma ed educazione regalare qualcosa al nascituro oppure alla famiglia: cosa c'è di meglio di un incantevole mazzo di fiori?
La scelta dei fiori giusti, però, dovrà essere fatta in maniera consapevole e mirata, tenendo dà conto alcuni criteri più importanti legati al galateo dei fiori. In questo articolo andremo alla scoperta di quali sono i fiori più utilizzati da regalare per un battesimo, e alcune piccole regole da seguire per fare bella figura.

Tutto quello che c'è da sapere sui fiori da regalare per un battesimo

Secondo le diverse regole e tradizioni inerenti al linguaggio e all'uso dei fiori, ecco alcuni consigli da tenere a mente per regalare il mazzo di fiori perfetto per il battesimo.

1 - La tipologia dei fiori da utilizzare

I fiori da scegliere per un mazzo ideale per il battesimo sono certamente quelli più delicati e semplici, in modo tale che possano ricordare la purezza e la delicatezza del momento che si sta per celebrare: tra questi fiori, possiamo trovare ad esempio le gerbere, le rose piccole, margherite e tulipani. In ogni caso, a seconda della stagione nella quale si svolgerà il battesimo, è consigliato utilizzare i fiori di stagione che siano in grado di resistere alle temperature correnti e, in ogni caso, utilizzare sempre dei fiori freschi recisi.

2 - La colorazione dei fiori da utilizzare

Dopo aver scelto il tipo di fiore da utilizzare per il mazzo, bisognerà concentrarsi sulle diverse colorazioni disponibili. Generalmente sono preferite colorazioni tenue, di solito utilizzate anche per altre celebrazioni all'interno della Chiesa: per questo motivo, via libera al colore bianco, al rosa tenue, all'azzurro e al giallo. In alternativa, si potranno utilizzare anche altre colorazioni sempre tenui, come ad esempio le tinte color pastello.
Nel caso in cui si voglia personalizzare ulteriormente il mazzo e renderlo più mirato verso il nascituro, si potrà pensare di utilizzare un elemento di spicco (come un fiore, oppure un accessorio colorato) che possa richiamare il colore legato al nascituro: per esempio, oltre ai classici rosa per le femmine e azzurri per i maschi, si potrà pensare di utilizzare un colore inusuale in onore del bambino che possa ricordare qualcosa di lui, come ad esempio il verde in caso di occhi verdi, oppure una colorazione diversa amata dai genitori.

3 - La composizione del mazzo di fiori

Sia che ci si rivolga a un esperto fioraio, sia che si decida di comporre il proprio mazzo di fiori in maniera autonoma, bisognerà ricordarsi che il mazzo non dovrà contenere troppe specie diverse di fiori al suo interno, bensì si dovrà prediligere al massimo un paio di tipologie diverse in modo tale che possano armonizzarsi e abbinarsi in maniera semplice ed efficace tra loro.
Una combinazione perfetta, per esempio, potrà essere quella delle margherite e delle rose, oppure dei tulipani e delle rose.
All'interno del mazzo di fiori si potrà pensare anche di arricchirlo con altri elementi decorativi in onore del bambino, come ad esempio un piccolo presente simpatico (come un peluche), dei fiocchi colorati dedicati e altri piccoli elementi portafortuna (come ad esempio una coccinella).
Qualsiasi sia la vostra scelta finale sul mazzo di fiori, ricordatevi che il battesimo è un momento molto importante per la famiglia del nascituro: il vostro mazzo di fiori sarà un dono speciale e unico che verrà sicuramente amato e apprezzato.

SHARE:

Nessun commento

Posta un commento

Grazie per essere passato di qui.

© Breakfast at Tiffany's di Francesca Maria Battilana
Blog Design by pipdig