Follow

I POST PIU' LETTI

giovedì 26 settembre 2019

Praline proteiche con fiocchi d'avena e burro di arachidi

Le praline proteiche con fiocchi d'avena e burro di arachidi sono perfette come snack durante l'arco della giornata. Queste praline homemade sono in grado di fornire energia pronta per l'uso, oltre ad essere ottime anche dopo l'attiività fisica.
 

Ingredienti per realizzare una decina di praline:

*** 19g di proteine, 4.1 di fibre, senza olio di palma, con soli grassi sani e vegetariano, questo burro di arachidi è un prodotto con un profilo nutrizionale eccellente!

Preparazione:

Versate all'interno di una ciotola i fiocchi d'avena, la crusca d'avena, il cocco rapé e i semi di papavero e mescolate.
Poi trasferite il tutto all'interno del boccale del tritatutto e aggiungete anche i restanti ingredienti: il burro di arachidi e il latte di cocco.
A questo punto azionate il frullatore fino a quando l'impasto risulta omogeneo.
Poi iniziate a formare le palline a mano fino ad ottenere una pralina grande circa come una noce e proseguite fino ad esaurire tutto il composto.
Sistemate le palline su un piatto e mettetele in frigo almeno 1 ora prima di consumarle.
Conservate le praline proteiche con fiocchi d'avena e burro di arachidi in un contenitore chiuso in frigo per 5 giorni al massimo.


Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

mercoledì 25 settembre 2019

Cacioricotta fatto in casa: una ricetta semplice e veloce

Sei un amante dei formaggi e ti piace preparare a casa i tuoi prodotti preferiti?
Scopri come fare un fresco e gustoso cacioricotta in casa in poco tempo.

Cacioricotta fatto in casa: una ricetta semplice e veloce

Come tornare indietro nel tempo, alle sane, genuine abitudini di una volta; le tradizioni della nostra cultura culinaria ci offrono soluzioni semplici e gustose, preparazioni eseguibili in casa e in poco tempo.
Quella che voglio proporvi oggi è una ricetta di alto valore nutrizionale, adatta a tutti e sempre attuale: il cacioricotta fatto in casa, utilizzando solo ingredienti freschi e senza, ovviamente, conservanti.
Molte persone si spaventano al solo pensare di preparare un formaggio in casa. Ci sono sicuramente prodotti molto complessi e che richiedono conoscenze specifiche ma altri, come il cacioricotta pugliese, sono alla portata di tutti..se si possiedono le giuste indicazioni!
Vediamo allora tutti i passaggi per un cacioricotta ricco di gusto.

Ingredienti:

  • latte fresco intero 2 litri
  • caglio liquido (acquistabile in farmacia). Quantità variabile a seconda delle indicazioni del produttore, in questo caso ho utilizzato 1 ml di caglio per 2 lt di latte
  • sale q.b.

Preparazione:

Prima di iniziare munitevi di una fuscella (contenitore forato per ricotta), di un termometro alimentare e di una schiumarola che vi serviranno sia durante che a fine preparazione.
Portate il latte ad una temperatura di 37°C, aggiungete il caglio, girate il tutto e chiudete il pentolino con un coperchio, lasciando cagliare il latte per 50/60 minuti, fino a quando la superficie non assume un aspetto turgido, tipo gelatina (quindi controllare dopo un’ora e in caso non avesse l’aspetto desiderato, lasciate riposare per un’ulteriore mezz'ora).
A questo punto intagliate la superficie del latte, solidificata, a scacchiera con un coltello, lasciando riposare per altri venti minuti.
Successivamente tornate a scaldare il composto e, raggiunta la temperatura di 55°C, fate riposare
nuovamente, permettendo al siero di separarsi dal formaggio.
Utilizzando la schiumarola sarà possibile recuperare solo la pasta di formaggio, che va riposta nella fuscella a scolare per circa 40 minuti (schiacciando con le mani o ponendo un peso sopra si velocizza la fuoriuscita del liquido restante).
Salate quindi la parte esterna del cacioricotta e risistematelo nel contenitore per circa 8 ore (se è estate e fa caldo meglio sistemarlo in frigorifero): una volta raffreddato potrà essere consumato!

Come conservare il cacioricotta

A meno che non consumiate tutta la forma appena fatta, il cacioricotta va ben conservato per mantenere nel tempo le proprie caratteristiche organolettiche.
Poiché si tratta di un formaggio fresco è consigliato consumarlo entro i 3 giorni dalla preparazione, riponendolo nello scomparto frigo più freddo, tra i 2°C e i 4°C.
Non utilizzate pellicole o alluminio per coprirlo: tutti i formaggi devono respirare, quindi vanno bene una carta alimentare o un panno leggermente umido, posizionati intorno alla superficie in modo da lasciare sempre delle via di areazione.

Spaghetti al pomodoro e cacioricotta

Ecco come preparare in casa con semplici passaggi un primo piatto genuino ed appetitoso: spaghetti al pomodoro e cacioricotta.

Tempo di preparazione: 10 minuti.

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 350 g di spaghetti integrali
  • 750 g di pomodori maturi
  • 100 g di cacioricotta
  • 1 spicchio di aglio
  • olio evo
  • sale fino
  • basilico fresco

Preparazione degli spaghetti:

Tuffate i pomodori in acqua bollente per un minuto, quindi scolarli, pelarli e tagliarli a cubetti.
In una padella antiaderente abbastanza capiente scaldate un giro abbondante di olio evo con lo spicchio d'aglio sbucciato e schiacciato.
Poi aggiungete i pomodori a pezzetti, regolate di sale e fate cuocere per circa 10-15 minuti a fuoco medio, aggiungendo alla fine qualche foglia di basilico fresco.
Intanto grattugiate il cacioricotta utilizzando una grattugia a fori larghi, in modo che i frammenti di formaggio risultino piuttosto grandi.
Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente e versateli nella padella con il sugo al pomodoro.
Riaccendete il fuoco e saltate gli spaghetti nel sugo, aggiungete qualche cucchiaio di cacioricotta e mescolate.
Distribuite la pasta ben calda nei piatti e decorate aggiungendo una macinata di cacioricotta e altre foglioline di basilico.

Francesca Maria
♥♥♥

SHARE:

martedì 24 settembre 2019

Pesto al basilico con spirulina

Ecco come fare in casa il pesto al basilico con l’aggiunta di spirulina, un’alga acquatica con effetti benefici ed estremamente utile per la nostra salute.
Con la ricetta di oggi potrete dire addio ai preparati industriali e poter così assaporare una salsa fredda gustosa e leggera.
Con l’utilizzo del frullatore al posto del classico mortaio in pietra, in pochissimo tempo e semplici passaggi avrete così pronto il pesto al basilico con l'alga spirulina.

Pesto al basilico con spirulina

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 8 minuti.

Ingredienti per realizzare il pesto per 4 porzioni:

  • 3 manciate di foglie giovani e tenere di basilico fresco 
  • 40 g di pinoli 
  • 50 g di parmigiano grattugiato 
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • 2 cucchiaini di alga spirulina
  • 100 ml di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di succo di limone bio
  • pizzico di sale fino integrale (opzionale)
  • pizzico di pepe nero (opzionale)

Procedimento per realizzare il pesto al basilico con spirulina:

Lavate per bene il basilico fresco, staccate le foglie e fatele asciugare per eliminare l’acqua in eccesso.
Mettete nel boccale del frullatore i pinoli, l’aglio tritato, le foglie di basilico fresco, il parmigiano grattugiato, 2 cucchiaini di alga spirulina e 50 ml di olio extravergine di oliva.
Azionate il frullatore per circa 10 secondi e poi aggiungete il rimanente olio assieme ad 1 cucchiaio di succo di limone bio.
Azionate nuovamente l’apparecchio ad intermittenza in modo da non surriscaldare le foglie di basilico.
Quando la consistenza della salsa al basilico e spirulina appare cremosa, densa e omogena, significa che il pesto è pronto.
A questo punto potete decidere se aggiustare il sapore con un pizzico di sale fino e di pepe nero.

Pesto al basilico con spirulina

Consigli e varianti per il pesto al basilico e spirulina

La scelta consigliabile è usare il pesto al basilico e spirulina subito per condire la pasta o per insaporire tartine o insalate, ma è anche possibile conservarlo in frigo dentro ad un barattolo di vetro sterilizzato per circa 5-6 giorni aggiungendo poco olio in superficie per evitare che il condimento si ossidi e cambi colorazione.
Può anche essere congelato fino a 2 mesi dalla preparazione e in quel caso basterà lasciarlo scongelare a temperatura ambiente togliendolo dal freezer la sera prima e usandolo il giorno dopo (evitate in ogni caso di scongelarlo al microonde).

Se non gradite l’aglio, nessun problema. Il condimento risulterà profumato e gustoso ugualmente.

Al posto dei pinoli, potete anche adoperare noci o mandorle spellate.

Pesto al basilico con spirulina

I benefici dell’alga spirulina

Conosciuta come Arthrospira platensis, l’alga spirulina fa bene per moltissimi motivi e ultimamente se ne sente parlare spesso, anche se è conosciuta da secoli per le sue numerosissime proprietà terapeutiche e nutrizionali.
I benefici dell’alga spirulina sono tanti.
Ad esempio ha un ricco potenziale di vitamine, proteine e antiossidanti, stimola il sistema immunitario ed è in grado di proteggere l’organismo dai radicali liberi.
Inoltre frena la fame e riduce il colesterolo e grazie al contenuto di Omega 3 e Omega 6 è ottima per tenere sotto controllo i livelli di trigliceridi e colesterolo.

Se volete acquistare l'alga spirulina, potete trovarla in commercio in forme diverse: in polvere oppure sottoforma di integratore in compresse come ad esempio Spirulina Plus citato su soluzione.online

Francesca Maria
♥♥♥

SHARE:

venerdì 20 settembre 2019

Spiedini di seitan e zucchine profumati al rosmarino

Nuovo appuntamento con il marchio Céréal Bio e con una nuovissima ricetta realizzata con uno degli ingredienti principali della cucina vegana: il seitan.

La ricetta di oggi propone dei deliziosi spiedini di seitan e zucchine profumati al rosmarino.
Il seitan con verdure Céréal Bio è ricco in proteine vegetali oltre che un importante fonte di fibre e vi permetterà di gustare un alimento leggero e appetitoso.

Spiedini di seitan e zucchine profumati al rosmarino

Difficoltà: molto facile.
Tempo di preparazione: 5 minuti.
Tempo di cottura: 5 minuti.

Ingredienti per 2 porzioni:

1 mazzetto di rosmarino fresco
1 confezione di seitan con verdure Céréal Bio 
1 zucchina grande 
olio extravergine di oliva
pepe nero

Procedimento per preparare gli spiedini:

Lavate accuratamente le zucchine, togliete le estremità e poi affettate ricavando delle fettine di ½ cm di spessore.
Togliete il seitan dall’involucro e ricavate dei quadrati di ugual dimensione.
A questo punto realizzate gli spiedini infilzando alternativamente le zucchine e il seitan e qualche fogliolina di rosmarino.
Posizionate gli spiedini all’interno di una padella e irrorateli con un po’ di olio di oliva.
Fateli rosolare per 5 minuti circa, girandoli su tutti i lati.
A cottura ultimata, insaporiteli con un po’ di pepe nero e serviteli caldi.






Spiedini di seitan e zucchine profumati al rosmarino

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

sabato 14 settembre 2019

Pancake al limone

La ricetta dei pancake al limone è facile e veloce.
Si tratta di frittelline soffici simili alle crepes realizzate con farina, uova, latte, zucchero e bicarbonato nella variante profumata al limone, perfetti per la prima colazione o per un brunch tra amici.

Pancake al limone

Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 5 minuti. 
Tempo di cottura: 12 minuti.

Ingredienti per fare circa 12 pancake:

  • 150 g farina di tipo 2
  • 30 g di zucchero semolato
  • ½ cucchiaino di bicarbonato
  • un pizzico di sale fino integrale
  • la buccia grattugiata di 1 limone bio
  • 235 ml di latte
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 1 uovo intero a temperatura ambiente
  • 30 ml di olio di semi

preparazione pancake al limone

Procedimento per realizzare i pancake al limone in casa:

Mettete in una ciotola tutti gli ingredienti secchi (farina, zucchero semolato, bicarbonato, sale fino, buccia grattugiata del limone) e mescolate con un cucchiaio.
Poi aggiungete anche i rimanenti ingredienti: il latte, l'uovo, il succo di limone e l'olio.
Con la frusta amalgamate per bene il tutto fino ad ottenere una pastella soffice ma non troppo liquida.
Mettete a scaldare su fiamma media-bassa una padella antiaderente.
Versate al centro un mestolino di pastella e appena inizieranno a comparire delle bollicine, capovolgete il pancake sotto sopra aiutandovi con una spatola e fate dorare anche l'altro lato.
Proseguite allo stesso modo fino a terminare l'impasto.
È consigliato consumare subito i pancake caldi appena fatti o al massimo di conservarli in frigo per 1-2 giorni, accompagnandoli con del miele o del succo d'acero e della frutta fresca di stagione.

Pancake al limone

Pancake al limone

Ah dimenticavo! Vi lascio anche il link dell'intervista che Rolling Pandas mi aveva fatto a fine Agosto dove parlo delle mie esperienze e delle mie ricette, oltre a dare preziosi consigli per sorprendere gli ospiti a tavola.
Buona lettura!

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

lunedì 2 settembre 2019

Basta bottiglie di plastica, è ora di usare la borraccia

Il motivo è sostanzialmente uno anche se ci sono altre ragioni: le bottiglie di plastica fanno male all’ambiente. Ed è proprio grazie alle campagne ambientaliste su questo tema e ad una crescente consapevolezza in questo senso che l’uso delle borracce e di contenitori riutilizzabiliper l’acqua sta diventando sempre più diffuso.  

Basta bottiglie di plastica, è ora di usare la borraccia!

La plastica è un materiale non biodegradabile perciò non si decompone mai del tutto, rimanendo nell’ambiente per sempre e questo ha un impatto ambientale esagerato.





Pensate che ogni minuto nel mondo vengono comperate 1 milione di bottiglie di plastica e solo nel nostro Paese vengono consumati 32 milioni di bottiglie di plastica. Oltre a questo, il problema è che è necessaria una quantità esorbitante di olio per produrre le bottiglie d’acqua in plastica da gettare.
Per contribuire nel nostro piccolo a rendere il pianeta più sostenibile e vivere più “green” basta scegliere l’acqua del rubinetto (che ovviamente avrà caratteristiche diverse a seconda della zona in cui si trova la falda da cui proviene, ma comunque potete stare tranquilli perché è potabile e non meno salubre di quella venduta in bottiglia) e come contenitori optare per bottiglie riutilizzabili fatte con materiali più ecosostenibili al posto di quelle di plastica usa e getta.








Un post condiviso da kleankanteen (@kleankanteen) in data:


Il mio invito per contribuire a rendere il nostro pianeta più sostenibile è quello di comprare una borraccia o una bottiglia riutilizzabile e tenerla a casa per poterla riempire e portarla con sé a scuola, all’università, in ufficio, durante le attività sportive ma anche durante le gite fuori porta al mare o in montagna.
Nei negozi di articoli sportivi oppure online è possibile scegliere la borraccia preferita per colore, forma, materiale o fantasia. Ovviamente non possono di certo mancare i social network per trovare ispirazioni e brand che propongono contenitori accattivanti e pure a buon prezzo.

Prendiamo a cuore il destino del nostro Pianeta
.

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

mercoledì 21 agosto 2019

Torta al cocco vegan

La torta al cocco vegan è la versione vegana della classica torta al cocco.
Realizzarla in casa è facilissimo e ci vogliono solamente 10 minuti.
Una torta morbida e buonissima nella sua semplicità, da consumare al mattino a colazione o durante la merenda pomeridiana.

Torta al cocco vegan


Difficoltà: facile.
Tempo di preparazione: 10 minuti.
Tempo di cottura: 40 minuti.

Ingredienti per una torta di 20-22 cm di diametro:

  • 90 g di farina 00
  • 100 g di cocco rapè
  • 80 g di zucchero semolato
  • 80 ml di olio di cocco ***
  • 100 ml di latte di cocco
  • ½ bustina lievito in polvere per dolci

Procedimento per realizzare la torta:

Accendete il forno a 175°C in modalità statico e rivestire con la carta forno lo stampo per il dolce (oppure oliate e infarinate lo stampo se non avete in casa la carta da forno).
In una ciotola capiente versate lo zucchero semolato e l'olio di cocco e mescolate per bene con le fruste elettriche. Poi unite la farina 00 setacciata con il lievito in polvere, il cocco rapè e gradualmente anche il latte di cocco.



Mescolate per bene gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo e poi versatelo all'interno dello stampo.
Infornate il dolce nel forno ormai caldo e fate cuocere per circa 35-40 minuti.
Sfornatelo, fatelo intiepidire e poi conservatelo sotto una campana di vetro per 3-4 giorni massimo.

*** se in casa non disponete dell'olio di cocco, potete usare l'olio di semi.

Torta al cocco vegan

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:
© Breakfast at Tiffany's di Francesca Maria Battilana
Blog Design by pipdig