Follow


mercoledì 29 aprile 2020

Come illuminare la camera dei bambini?

Spesso sono sufficienti pochi dettagli per rendere la camera dei bambini ancora più accogliente.
E l’illuminazione non fa eccezione. Ad esempio, basterebbe una luce notturna a led dimmerabile – vantaggiosa da tutti i punti di vista – per aiutare i più piccoli a prendere sonno più facilmente.
Da qui, una domanda sorge spontanea: come dovrebbe essere illuminata la stanza dei bambini?

Come illuminare la camera dei bambini?

Ecco 5 consigli per illuminare la camera dei bambini.

Scegliere lampadine a led dimmerabili

Per illuminare la cameretta dei più piccoli potrebbe essere una buona idea dare un’occhiata ai vantaggi delle lampadine led dimmerabili. Il temine dimmerabile è riferito ai dispositivi che permettono di regolare l’intensità del fascio luminoso a proprio piacimento. Si intuisce facilmente come queste lampadine, che possono essere gestite anche da remoto con tecnologia wireless, siano indicate per creare atmosfere soffuse nelle camerette dei bambini.
Oltre a consentire un’esperienza di illuminazione personalizzabile a seconda delle diverse fasi della giornata, le lampadine a led dimmerabili riducono al minimo gli sprechi di energia e ottimizzano i consumi. Come dire che sono perfette per risparmiare anche sulla bolletta.

Evitare l’illuminazione troppo forte

Un consiglio che non può fare altro che rafforzare quanto espresso nel punto precedente. La cameretta è uno dei luoghi della casa in cui i bambini trascorrono più tempo e un’illuminazione troppo forte potrebbe affaticare la loro vista. È importante che la stanza sia solare e confortevole e che la luce naturale possa essere sfruttata il più possibile; due buoni consigli potrebbero essere quelli di scegliere delle tende leggere e trasparenti  e di posizionare un’eventuale scrivania in corrispondenza di una finestra o del balcone. Per quanto riguarda l’illuminazione artificiale, dobbiamo tornare sulle lampadine a led regolabili: soprattutto quando sono molto piccoli, i bambini hanno necessità di avere luci soffuse; meglio evitare quelle troppo abbaglianti.

Attenzione alla luce notturna

Occorre prestare attenzione all’illuminazione della cameretta anche nelle ore notturne. Come dicevamo all’inizio, una piccola lampada a led regolabile o una lampada a batteria ricaricabile (una di quelle senza cavi) possono aiutare i bambini più piccoli a prendere sonno e, in generale, a riposare meglio. Si possono prendere in considerazione anche le lampade che mutano colore a ogni tocco: più originali di quelle tradizionali, possono contribuire a dare un tocco di vivacità alla cameretta, a divertire i bambini o a favorire la lettura serale. Viceversa, è meglio evitare le normali abat-jour da comodino, che hanno una luce troppo intensa. Se siete indecisi, scegliete delle lampadine a bassa intensità (massimo 7 watt), che hanno il pregio di non surriscaldarsi troppo durante l’utilizzo.

Meglio più punti luce che un solo lampadario

Per quanto riguarda il sistema di illuminazione artificiale della cameretta dei bambini sarebbe meglio evitare di installare un unico lampadario centrale.
Un tempo un punto luce unico, di solito posizionato al centro della stanza, andava per la maggiore; oggi si preferiscono più punti luce, distribuiti nella stanza. Per divertire i bambini potrebbe essere un’idea ricorrere a catene di lampadine da installare sopra il letto o intorno ai mobili.

Non trascurare la sicurezza

Dal momento che i fruitori della cameretta sono bambini, bisogna dare la priorità alla loro sicurezza. Occorre evitare di installare lampade o lampadine con angoli appuntiti o con parti che possano essere rimosse o ingoiate dai più piccoli. Meglio anche selezionare con cura il tipo di materiale, evitando quelli potenzialmente tossici. Inutile dire quanto sia importante un impianto elettrico a norma e, ovviamente evitare di posizionare teli e stoffe sulle luci.
Indicati sono, invece, i copri-presa: un’accortezza in più per garantire la sicurezza dei bambini da tutti i punti di vista.

Francesca Maria
♥♥♥
SHARE:

Nessun commento

Posta un commento

Grazie per essere passato di qui.

© Breakfast at Tiffany's di Francesca Maria Battilana
Blog Design by pipdig